Valentini (dg Figc): "29 o 31? Complimenti alla Juve, fiore all'occhiello del calcio italiano, ma le regole e le sentenze vanno rispettate. Pirlo lascia la Nazionale nel 2014? Effetto malinconico, pronti ad accoglierlo nell'ambiente azzurro"

06.05.2013 15:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Valentini (dg Figc): "29 o 31? Complimenti alla Juve, fiore all'occhiello del calcio italiano, ma le regole e le sentenze vanno rispettate. Pirlo lascia la Nazionale nel 2014? Effetto malinconico, pronti ad accoglierlo nell'ambiente azzurro"

 

Il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, si è espresso ai microfoni di Sky Sport 24 sull'eterna polemica legata al numero degli Scudetti della Juventus. Ecco le sue parole, trascritte da Tuttojuve.com:

A Torino dicono che gli Scudetti  sono 31. La Federazione cosa dice?
"Innanzitutto complimenti alla Juventus, ai dirigenti, alla società, a tutto la staff, a tutti i calciatori. Ieri pomeriggio il presidente Abete è stato tra i primi a congratularsi con il presidente Andrea Agnelli per questa vittoria. Il calcio è fatto di passione, di cuore e questo nessuno può cancellarlo. E' fatto anche di regole e queste vanno rispettate".

Ma vi metterete mai d'accordo in qualche modo?
"Ma siamo già d'accordo sul piano sportivo. La Juventus è un grande club che onora l'Italia calcistica da sempre, in tutto il mondo, quindi è un fiore all'occhiello del calcio italiano".

Quando vedete il numero 31 sul pullman, in campo, sulle maglie, cosa pensa la federazione?
"31 nel cuore come hanno detto loro stesso e questo è comprensibile da parte dei calciatori che si sono battuti per vincere le partire sul campo, poi ripeto, ci sono comportamenti che sono stati esaminati in altra sede, in sede disciplinare e in sede regolamentare, e per noi le sentenze vanno rispettate".

Si parla di Conte, di Mazzarri, di Allegri, tanti allenatori che possono andare via. Avete avuto paura di perdere Prandelli?
"Francamente no, mi rendo conto che voi vi divertite a fare questo toto-allenatore, ma noi con Prandelli abbiamo un programma definito fino ai Mondiali 2014. Poi ognuno sceglieràla propria strada".

Non ve lo ha mai chiesto nessuno?
"No, assolutamente no. E credo che Prandelli si sarebbe sottratto a qualsiasi richiesta perchè ha un impegno con la federazione per giocare i Mondiali del Brasile del 2014".

Pirlo ha detto che lascerà la maglia azzurra nel 2014?
"io di questi annunci ne ho vissuti parecchi, Maldini, Totti, Del Piero e via dicendo. Mi fa un effetto malinconico, ma spero che come per tutti i campioni che ho citato, Pirlo rimarrà nei nostro cuori, ma anche nell'ambiente azzurro perchè noi siamo grati a questi giocatori e non vogliamo perdere i contatti anche quando decidono di interrompere il rapporto con la Nazionale".

Gli offrirete un ruolo?
"Vedremo, noi abbiamo tanti campioni in circolazione, ne ho citati 3-4. La Federazione è una grande mamma per tutti questi giocatori che hanno dato tanto e noi sempre disponibili e pronti ad accoglierli. Pirlo ha detto che smetterà con la Nazionale, non ha detto che smetterà di giocare".