Teotino: "Ronaldo è determinante ma anche senza di lui la Juve deve battere Crotone e Verona. Vedo problemi e confusione"

30.10.2020 12:50 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Teotino: "Ronaldo è determinante ma anche senza di lui la Juve deve battere Crotone e Verona. Vedo problemi e confusione"

Gianfranco Teotino è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva e ha parlato di alcuni temi d'attualità:

Il momento della Juve?
"Ronaldo è determinante ma anche senza di lui la Juve deve battere Crotone e Verona. Con il Barcellona? A parte i 3 gol annullati a Morata, non ha fatto nessun altro tiro in porta. Il giudizio che do sull'inizio di stagione della Juve è non buono. Pirlo? Una scommessa che fino ad ora non è stata vinta dalla società. Vedo problemi e confusione in campo. Inoltre da lui parole sconcertanti, le sue giustificazioni per la sconfitta con il Barcellona mi hanno preoccupato ancor di più del gioco della squadra. Ronaldo? Non doveva violare il protocollo e non doveva scrivere quello che ha scritto sui social. Ha avuto una serie di comportamenti discutibili". 

Napoli? Ieri sera la squadra di Gattuso ha dimostrato di avere alternative agli attuali titolari, vincendo sul campo della capolista della Liga. Per me è potenzialmente più forte del Milan, quasi al livello di Juve e Inter.

Partite nel dopo lockdown? Complessivamente c'è un po' meno aggressività, la mancanza di pubblico provoca meno agonismo e i ritmi di gioco sono più bassi. Ma da qui a dire che sono amichevoli è un passaggio esagerato.

Conte? In Europa non ha mai ottenuto risultati importanti e su di lui non mancano le critiche, ma il suo calcio non è sempliciotto.

Sarri? Al di là dei suoi demeriti, ha vinto un campionato in una situazione particolare e con una squadra molto rinnovata.

Platinì? Delizia per gli occhi, un campione che è riuscito a portare una Nazionale come la Francia a vincere un Europeo grazie ai suoi gol. E' nell'olimpo dei grandi campioni, ma Maradona e Pelé restano inavvicinabili.

Fuorigioco? Non sappiamo se è stato fermato nel fotogramma giusto, per convenzione si accetta che la foto scattata dal VAR sia quella e non si discute. Ci vorrebbe il ritorno al concetto di luce