SARRI A JTV: "Gara difficilissima, ma alla fine potevamo anche vincerla. Dispiace per Chiellini e Douglas, in questa fase erano importantissimi"

14.09.2019 19:36 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
SARRI A JTV: "Gara difficilissima, ma alla fine potevamo anche vincerla. Dispiace per Chiellini e Douglas, in questa fase erano importantissimi"

Maurizio Sarri commenta il pari di Firenze ai microfoni di JTV. Ecco quanto evidenziato da Tuttojuve.com:

Che gara ha visto?
"Una partita difficilissima per noi, si è complicata moltissimo per le sostituzioni obbligate perchè con un caldo così avere fresche nel secondo tempo, quando potevamo cambiare la partita, era molto importante. Una partita difficile, probabilmente abbiamo pagato qualcosa anche a livello di brillantezza fisica. Si è complicata talmente tanto la partita che poi alla fine bisogna anche dire che abbiamo fatto una brutta partita dal punto di vista tecnico, ma buona dal punto di vista caratteriale, perchè si erano innescate tutte le componenti negative per perdere".

In queste situazioni molte squadre perdono, è positivo invece che abbiate portato a casa un punto.
"Portiamo a casa un punto in un giorno difficile e quindi bisogna accettarlo. E' vero che all'86' abbiamo avuto un'occasione colossale e con un pizzico di.... qualcuno lo chiama cinismo, io la chiamo botta di fortuna, potevamo anche vincerla. Ma se siamo onesti, non sarebbe stato neanche giusto". 

E' preoccupato per gli infortuni?
"Bisogna aspettare. In questo momento abbiamo sensazioni, che Douglas abbiamo un problemino più... di entità, rispetto a Pjanic, e soprattutto rispetto a Danilo. Quindi vediamo domani mattina gli esami strumentali e vediamo se c'è possibilità di recupero per qualcuno per mercoledì. Dispiace perdere giocatori come Chiellini e Douglas che in questa fase per noi erano importantissimi".

Oggi che cosa ha provato per la sua prima panchina in campionato?
"La panchina per noi è sempre importante, però nella preparazione della partita mi sono sempre sentito partecipe, non ho vissuto la panchina ma ho vissuto la partita. La sensazione oggi era attenutata dalla partecipazione che ho sentito nelle altre due".