Sabatini: "La Juve ha chiesto ad alcuni allenatori di non prendere impegni"

21.05.2019 15:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Sabatini: "La Juve ha chiesto ad alcuni allenatori di non prendere impegni"

Sandro Sabatini giornalista di Sport Mediaset, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di La Cometa Radio, durante il programma “NitghFall” condotto da Giuseppe Currado e Marco Macri. Il giornalista ha parlato di Allegri, del possibile prossimo allenatore della Juve e anche del sogno Guardiola.

Ecco le sue parole diffuse dall'emittente:

“Penso che si sia concluso un ciclo, penso che non vadano ricercate tante questioni di contratto, acquisti, cessioni, mercato ecc, semplicemente quando c’è un allenatore che per proseguire la carriera alla Juventus vede una certa strategia, invece la società pensa che serve un’altra strategia che è meglio cambiare i rapporti si logorano. Se sia giusto o no, io penso che dal punto di vista dei risultati sia qualcosa di assolutamente inedito, quantomeno originale per la storia del calcio. Dal punto di vista manageriale, aziendale, credo sia una grande scommessa da parte della Juventus e di Andrea Agnelli, perché nelle aziende più innovative, il manager numero uno di riferimento, ha un percorso che può essere limitato nel tempo, perché viene sostituito da un altro manager che magari ha più stimoli, più voglia. Detto questo è una scelta che come sta facendo discutere in questi giorni farà discutere anche in seguito, perché pareggiare i risultati di Allegri sarà difficile per chiunque”.

Il giornalista inoltre ha parlato anche di chi potrebbe allenare la Juventus nella prossima stagione:

“Da quello che mi risulta la Juventus ha bloccato alcuni allenatori, nel senso ha telefonato la disponibilità e ha chiesto di non prendere impegni da qui alla fine del mese. Tra questi allenatori c’è Simone Inzaghi e mi risulta anche Sarri, poi ci può essere Mihajlovic, altri nomi sinceramente non ne conosco”.

Alla domanda che sulla panchina della Juve il prossimo anno, ci potrebbe essere Guardiola, Sabatini ha risposto:

“Per me Guardiola non è una pista percorribile, per tre motivi semplici, il primo è perché Guardiola è sotto contratto col Manchester City, prende uno stipendio superiore ai venti milioni e soprattutto ha dato la sua parola ha manifestato la propria intenzione di non cambiare”,