Rummenigge: "L'Italia assente al mondiale? Grave danno per il calcio. Superlega? La Champions resta la competizione più amata"

23.11.2022 10:20 di Giuseppe Giannone   vedi letture
Rummenigge: "L'Italia assente al mondiale? Grave danno per il calcio. Superlega? La Champions resta la competizione più amata"
TuttoJuve.com
© foto di Imago/Image Sport

Intervistato dal "Corriere della Sera", Karl Heinz Rummenigge, ex bomber di Inter e nazionale tedesca tra le altre, ha parlato sia di mondiale che di Superlega: "Chi vince il mondiale? Una tra Brasile e Argentina, al di là del debutto choc, forse più i brasiliani. La Germania parte a fari spenti e anche per questo può essere la sorpresa. L'assenza dell’Italia? Nessuno la capisce, già uno era più che sufficiente. L’Italia è tra le più grandi squadre del mondo ed è una mancanza pesante quella bandiera: è un danno per il vostro Paese, ma anche per tutto il calcio.

La Superlega? La Champions resta la competizione più amata. Non ho capito perché uno come Andrea Agnelli, che mi ha sempre dato l’impressione di essere intelligente, abbia agito così. Leggo che il calcio è malato, ma grazie a chi? Anche grazie a lui".