Rampulla al Corriere di Torino: “Juve, serve l’anima del 96”

26.02.2021 08:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Rampulla al Corriere di Torino: “Juve, serve l’anima del 96”
TuttoJuve.com
© foto di Castellani/FDL71

Michelangelo Rampulla parla al Corriere di Torino: "Juve, serve l'anima del 96". Rampulla: "Con Lippi i grandi campioni si esaltavano a lavorare per la squadra. Oggi manca quello spirito". "Ricordo più belli? La semifinale di ritorno col Psg nel 93’ in Coppa Uefa. Poi la gara contro il Rosenborg in Champions nel ‘98: ho parato un rigore a cinque minuti dalla fine e ho messo la firma sul passaggio del turno".
Le giornate più difficili invece? "La sconfitta contro il Perugia nel 2000 e quella contro il Borussia Dortmund in finale di Champions nel ‘97. Le sen- to mie al cento per cento anche se non ho giocato".

Su Ronaldo: "Dovrebbe essere la ciliegina sulla torta di una squadra forte. Molti giocatori soffrono la sua presenza: da quando è arrivato, Dybala è caduto in un limbo e ha perso autostima. Oggi alla Juve ci sono giocatori molto forti, ma manca quello spirito del 1996. I tifosi non si aspettavano di vedere la Juve in balia del Porto per 80 minuti, ma il gol di Chiesa lascia tutto aperto".