Palmeri: "La Juve a Kiev ha fatto quello che doveva fare ma Pirlo ha bisogno di tempo"

21.10.2020 13:20 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
Palmeri: "La Juve a Kiev ha fatto quello che doveva fare ma Pirlo ha bisogno di tempo"

Nel suo editoriale per TMW, Tancredi Palmeri ha parlato così della Juventus dopo il successo di Kiev: "Magari non sarà stata brillantissima la Juventus, ma ha fatto quello che doveva fare, in una di quelle trasferte Champions non esattamente da ricordare ma semplicemente da archiviare. La Dynamo Kiev è davvero poca cosa, il che vuol dire che è pochissima cosa metà girone della Juve, con il Ferencvaros preso a pallate dal Barcellona. Il che significa che come era facile prevedere la stagione dei bianconeri potrebbe passare dalla prossima settimana: perché il primo posto si gioca nel doppio confronto con il Barça, e dunque a Torino si deve vincere per sperare di mettere il muso davanti, ben sapendo che essere sorteggiati per primi o secondi agli Ottavi può mandare in malora l’intera stagione (ovvio, poi si fa sempre in tempo a uscire contro il Lione da primi, ma insomma meglio aiutarsi a fare le cose per bene). E se fino a 48 ore prima della partita non si può essere sicuri della presenza di Cristiano Ronaldo, si può essere però sicuri che almeno non ci sarà Piqué, ed è un’assenza pesantissima per il Barcellona: perché anche se Piquenbauer non è quello dei bei tempi, però tra infortuni e miopie di progetto i blaugrana di alternative non ne hanno in difesa, e a Torino si rischia l’imbarcata. Rimangono sempre i dubbi intatti su questa Juve, che è ancora scombiccherata e per larghi tratti ti lascia l’impressione di non sapere a cosa giochi, ma onestamente hanno tutti bisogno di tempo: ne ha bisogno Pirlo, ne hanno bisogno tanti nuovi giocatori, ne ha bisogno la fortuna stessa con le varie assenze, a cui rischia di aggiungersi anche quella di Chiellini.
La scelta Pirlo è compiuta e bisognerà mettersi l’anima in pace e dare almeno un paio di mesi in più per constatare che ci siano progressi. Scelta che è stata la seconda per la Juventus".