Monza, Galliani: "Di Gregorio? Di lui non ho parlato con nessuno"

01.03.2024 14:40 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Monza, Galliani: "Di Gregorio? Di lui non ho parlato con nessuno"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Nel giorno che anticipa la sfida in casa con la Roma in conferenza stampa l’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani, ha presentato la nuova importante partnership commerciale fra il club e la Simmenthal oltre al rinnovo dell’accordo con MSC. Galliani ha inoltre discusso del momento attuale che sta attraversando la squadra di Raffaele Palladino, sia per quanto riguarda il presente che per il futuro: "Nel ‘55 la Simmenthal diventa sponsor del Monza e poi dell’Olimpia Milano. La mia vita è tutta un giro tra Milano e Monza e per me è una grande gioia. Con MSC abbiamo vissuto con il Milan l'anno trionfale del 2007”, ha sottolineato.

Poi spazio al campionato dove “il Monza non si è mai posto l’obiettivo di andare o non andare in Europa. Il primo obiettivo è mantenere la categoria poi quello di fare il massimo. Vogliamo provare a vincere ogni partita e non ci poniamo limiti. Io sono tifoso di questa squadra e in 2 anni di Serie A abbiamo battuto il Milan, la Juve, l’Inter e il Napoli".

"Mi incazzo con i signori di Monza perché si arrabbiano per le sconfitte con le big quando perdevamo con la Giana Erminio. Tutto questo è stato realizzato grazie a Berlusconi. Cercheremo di arrivare più in alto possibile facendo il massimo. Djuric è l’attaccante che ha vinto più contrasti aerei in campionato e domenica a Salerno c’è stata un’azione “berlusconiana”, quella che voleva il Presidente: portiere, centravanti e gol della mezzala che si inserisce. Vedremo quello che sarà il massimo, ma mantenere questa categoria è un sogno”.

Galliani ha fatto il punto anche sulle voci di mercato, in particolare quelle che riguardano il portiere Di Gregorio apprezzato da diverse squadre fra cui la Juventus: “Di lui non ho mai parlato con nessuno. In estate abbiamo già rinnovato i contratti più importanti. La nostra proprietà è fantastica e i figli, per l’amore che aveva il padre per il Monza, mi lasciano fare e spendono tanti soldi nel Monza. Hanno accettato tutte le volontà del padre nel testamento. Ringrazio la famiglia Berlusconi”.