LIVE TJ - SARRI A DAZN: "Occasione Santander? C'era fuorigioco. Buona partita macchiata da 3-4 erroracci"

19.10.2019 23:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - SARRI A DAZN: "Occasione Santander? C'era fuorigioco. Buona partita macchiata da 3-4 erroracci"

Maurizio Sarri risponde alle domande dei colleghi di DAZN. Ecco quanto evidenziato da Tuttojuve.com:

Partiamo dall'occasione finale per il Bologna. Cosa ha detto alla squadra e a Buffon?
"L'occasione era vanificata, era fuorigioco, l'abbiamo rivista ora, quindi la Var non avrebbe convalidato l'eventuale segnatura. Ho detto che abbiamo fatto bene, ma non bisogna gestire le partite, non bisogna gestire i risultati, non bisogna gestire le energie, perchè poi all'ultimo minuto ti può succedere qualcosa di questo tipo. Le partite bisogna aggredirle fino a metterle in completa sicurezza. E nel secondo tempo c'erano tutti i margini per metterla in sicurezza".

Pjanic ha detto che nel primo tempo la squadra si muoveva poco tra le loro linee. Nel secondo tempo è successo di più. E' stata questa la differenza tra primo e secondo tempo?
"La sensazione è che nel secondo tempo abbiamo mosso la palla più velocemente e che gli avversari arrivavano una frazione di ritardo rispetto a prima. Non so se noi siamo stati molto più bravi o loro abbiano speso tanto durante il primo tempo per contenerci".

Bernardeschi ha fatto il lavoro sporco. E' l'unico modo per farlo giocare titolare quando ci sono Ronaldo e Higuain? Intendo fargli fare questa fase difensiva.
"Lui ha qualità fisiche importanti a livello di resistenza, quindi per lui è un sacrificio relativo questo tipo di lavoro difensivo abbastanza dispendioso, perchè rientra nelle sue caratteristiche fisiche. Per noi è un lavoro importante perchè ci consente di far lavorare molto meno i due attaccanti, quindi è un lavoro di grande importanza per la squadra, che magari poi finisce per costargli qualcosa nella fase offensiva. Stasera era molto partecipe, era molto vivo, però in certe occasioni è mancato anche un pizzico di lucidità da parte sua".

Fino a pochi minuti dalla fine una grande Juventus. E' quella la strada?
"Il confine fra palleggiare in maniera produttiva e diventare un po' effimeri e un po' superficiali, a volte è molto sottile. Noi per 40 minuti lo abbiamo fatto nella maniera giusta, negli ultimi 5 minuti  lo abbiamo fatto nella maniera errata, perchè abbiamo perso due-tre palloni sulla nostra trequarti in maniera veramente banale, quindi la strada è quella giusta, c'è da lavorare sui particolari. Sicuramente una buona partita, macchiata da 3-4 erroracci che da fuori hanno dato quasi la sensazione della superficialità in certi momenti. Quindi c'è da far capire bene alla squadra che il nostro palleggio deve essere di sostanza e mai fine a se stesso".

Come mai questa superficialità nel finale? SiChe emozione è stata ritrovare Sinisa Mihajlovic?
"Sì, gli ho parlato da lontano perchè sono raffreddato e non vorrei essere un danno per lui. Quando lo vedo sul campo da calcio, quando lo vedo in panchina, quando vedo un filmato dove lui sta facendo allenamento, mi dà una grande gioia sinceramente. Nel finale sono venuti fuori due-tre errori quasi di presunzione da parte nostra. Il confine tra un palleggio di grande sostanza e l'errore che dà quasi la sensazione dall'esterno di superficialità e presunzione, spesso è un confine abbastanza sottile. Noi dobbiamo stare sempre un metro al di là del confine".

Ha detto qualcosa di particolare alla squadra durante l'intervallo?
"No, gli ho solo detto che secondo me abbiamo fatto bene nei primi 20 minuti contro un avversario con cui non era semplice giocare in quel momento, perchè loro erano molto accorti, tutti sotto la linea della palla, pronti a ripartire. Quindi era una situazione abbastanza pericolosa. Una volta andati in vantaggio, non mi è piaciuto che abbiamo avuto immediatamente un calo di determinazione, siamo andati quasi automaticamente nella modalità gestione della partita, invece di andare a cercare di chiuderla". 


IN AGGIORNAMENTO