LIVE TJ - NEDVED a DAZN: "Plusvalenze? Non abbiamo fatto passo più lungo della gamba. In società non ci saranno problemi. Morata? Belle prestazioni, ma da reparto offensivo ci aspettiamo più gol"

30.11.2021 20:30 di Francesco Cherchi   vedi letture
LIVE TJ - NEDVED a DAZN: "Plusvalenze? Non abbiamo fatto passo più lungo della gamba. In società non ci saranno problemi. Morata? Belle prestazioni, ma da reparto offensivo ci aspettiamo più gol"
TuttoJuve.com

Il vicepresidente bianconero Pavel Nedved parla ai microfoni di Dazn prima della sfida dell'Arechi. Le sue parole:

Per quello che sta succedendo in campo e fuori, è il momento più difficile della sua vicepresidenza?
"Blla domanda, non lo so, perchè sono annate diverse, ci sono delle difficoltà, a volte pensi di essere forte e poi ti va tutto male. Poi ci sono delle annate dove ti senti meno forte, ma vai bene. E' difficile dirlo. Ci sono delle difficoltà in ogni annata".

Com sta vivendo questo momento Morata? La mancanza di gol e le critiche...
"I nostri giocatori devono essere abituati alle critiche quando giocano sotto le aspettative, ma io credo che Alvaro, sotto il profilo del gioco e della tecnica, sta soddisfacendo l'allenatore, sta facendo delle belle prestazioni. Ci aspettiamo qualcosina di più sotto il profilo realizzativo, ma quello non solo da lui, da tutto il reparto d'attacco: sono al di sotto rispetto a quello che solitamente fanno, oppure possono fare. Parlo di Chiesa, di Dybala, di Alvaro, di Kean, di Kulu, sono tutti giocatori con i quali in fase offensiva possiamo fare di più".

La Juve come si è ritrovata in questa situazione finanziaria? Quando è stato fatto il passo più lungo della gamba che poi vi ha costretto a ricorrere alle plusvalenze?
"Ma io non credo sia stato fatto il passo più lungo della gamba. Abbiamo rilasciato il nostro comunicato, che sia chiaro, si è espresso anche il nostro presidente Andrea Agnelli, ha parlato alla squadra, ha parlato ai dipendenti, alla fine ha parlato anche l'azionista di maggioranza John Elkann. Secondo me non è giusto che parli io oggi".

Teme che quetsa inchiesta abbia dei riflessi sia all'interno della società sia all'esterno se la questione dovesse passare sul tavolo della giustizia sportiva?
"Ma io non credo che ci saranno dei problemi all'interno della società. Se parlo del gruppo squadra, ai giocatori tocca poco, ho esperienza, questi guardano, ma  sono concentrati sul campo. Quello che riguarda la società non penso, perchè durante tutti questi anni - io sono già undici anni che sono fuori dl campo - abbiamo vissuto tante difficoltà, tante cose difficile, perciò è una in più, ma...".

E' la peggiore? E' la più difficile?
"No, non credo, perchè c'erano delle difficoltà grosse che si sono risolte e questo fa parte di essere Juve. Noi siamo orgogliosi, siamo onorati di poter rappresentare la Juve, perciò fa parte del nostro mondo, del mondo Juve".