Libero - Senaldi: "Intercettazioni tese a sputtanare la dirigenza juventina. Noi battiamo le mani a Cantone"

26.09.2020 12:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Libero - Senaldi: "Intercettazioni tese a sputtanare la dirigenza juventina. Noi battiamo le mani a Cantone"

Pietro Senaldi, direttore di Libero, ha scritto sul caso Suarez nella prima pagina dello stesso quotidiano: "(...) I giornali hanno sguinzagliato i loromigliori segugi per raccontarla tutta e già dalla Procura filtravano intercettazioni suggestive, tese a sputtanare la dirigenza juventina. Ma ecco il re dei procuratori (giudiziari, non calcistici), piovuto direttamente dall’Authority anti-corruzione che fa una cosa mai vista: si arrabbia con i suoi pm loquaci, forse a caccia di notorietà, e sospende le indagini per violazione del segreto istruttorio. Colpo di scena, è come veder vincere l’Europeo alla Grecia. I maligni diranno: è vietato indagare sulla Juventus, più potente perfino di Berlusconi, e con Salvini non c’è neanche partita. Ma noi di Libero no, battiamo le mani a Cantone e nutriamo una speranza: che sia d’esempio per tutti. Oh quanto sarebbe stato bello, e giusto, non vedere i processi consumarsi sui giornali a colpi di intercettazione prima che nei tribunali. Quanto sarebbe stato civile non assistere alla violazione gratuita della dignità di centinaia di imputati, meglio se politici del centrodestra, che si sono viste in pagina le loro conversazioni private anche se non erano attinenti ai reati peri quali erano indagati. Cosa fatta, capo ha. L’augurio però è che, sul sentiero indicato da Cantone, questo non accada più. A cominciare dalle vicende private del governatore lombardo Fontana, non indagato ma a cui i magistrati hanno sequestrato il telefonino. E già circolano le frasi private della moglie sul suo conto".