Libero - Moggi: "Ormai il dna juventino si è dissolto"

24.05.2022 09:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Libero - Moggi: "Ormai il dna juventino si è dissolto"
TuttoJuve.com
© foto di Simone Calabrese

Luciano Moggi traccia un bilancio del campionato appena concluso sulle colonne di Libero: "(...) Il Milan è campione d’Italia perché racchiude in sé tutti questi presupposti: nell’ambiente c’è stima ed empatia. Esiste il dirigente altamente carismatico e credibile: Maldini. Ha nello spogliatoio un giocatore altrettanto carismatico, Ibrahimovic, che ha vinto dovunque sia andato, a far da chioccia ai tanti giovani, insegnando loro l’arte di vincere. C’è un allenatore, Pioli, umile quanto bravo condottiero di una ciurma di giovani, ai quali sta facendo indossare una maglia pesante senza farne sentire il peso. Ha vinto insomma la squadra con più attributi duellando testa a testa con l’Inter, più qualitativa in certe zone del campo, ma meno continua in alcuni momenti topici. (...) Complimenti al Milan e ai suoi dirigenti, ma anche all’Inter che ha saputo tenere in bilico fino al termine l’esito della competizione. Il Napoli poteva fare sicuramente di più se non avesse perso con lo Spezia in casa, e con l’Empoli sia in casa che in trasferta. La mentalità vincente non è certamente il forte della squadra campana. Mentre la Juve, se avesse battuto all’Allianz l’Inter (come meritava), avrebbe probabilmente fatto qualcosa in più del quarto posto. Ormai il dna juventino si è dissolto forse a causa dei troppi stranieri che in essa trovano spazio"