Libero - Il sarcasmo di Feltri: "Cittadinanza a tutti meno che a Suarez che parla come Di Maio"

24.09.2020 09:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Libero - Il sarcasmo di Feltri: "Cittadinanza a tutti meno che a Suarez che parla come Di Maio"

"Cittadinanza a tutti meno che a Suarez che parla come Di Maio", titola stamatina l'editoriale di Vittorio Feltri.

Il fondatore del quotidiano scrive: "(...) Adesso Suarez dovrà rimanere in Spagna, assunto a parità di compenso dall’Atletico Madrid. Ergo i bianconeri sono costretti a rinunciare a un campione e lo Stato non incasserà le tasse chela società torinese sarebbe stata obbligata a pagare. Un affare più disastroso è inimmaginabile. Mi sembra evidente che le norme in questo campo siano idiote. L’attaccante rinomato non era stato ingaggiato per pronunciare discorsi dotti nella lingua di Dante, bensì per segnare dei gol cioè per calciare come Dio comanda, cose che lui sa fare benissimo. Invece egli è stato respinto poiché conosce soltanto l’infinito dei verbi e non li sa coniugare. Un po’ come Di Maio per il quale il congiuntivo è un mistero fitto. Nonostante ciò costui può tranquillamente fare il ministro degli Esteri, mentre il puntero, stando alle regole più stupide del mondo, non è abilitato a esercitare la sua arte di pallonaro di prima qualità. Ho il sospetto che Suarez avrebbe avuto la licenza per capeggiare il Movimento 5 stelle, essendo sufficientemente ignorante per competere coni dirigenti pentastellati, il più alto in grado dei quali, Fico, disse sotto l’egidia anziché sotto l’egida, un autogol e non un gol, di cui viceversa l’uruguaiano è specialista (...)".