Ghirelli: "Impianti siano anche luoghi di formazione"

19.01.2021 17:46 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA
© foto di ANSA

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Un moderno impianto sportivo deve saper coniugare la dimensione agonistica con quella sociale e formativa, solo in questo modo contribuiremo a curare le profonde ferite aperte dal Covid-19". Così Francesco Ghirelli, Presidente di Lega Pro, nell'audizione davanti alle Commissioni riunite Cultura e Ambiente della Camera sul decreto legislativo di riordino e riforma delle norme di sicurezza per la costruzione e l'esercizio degli impianti sportivi e della normativa di ammodernamento e costruzione degli impianti. "La maggior parte degli stadi utilizzati dalle società di Serie C sono vetusti e non in grado di valorizzare adeguatamente il prodotto calcio. Abbiamo l'esigenza di interventi che rendano gli impianti tecnologicamente evoluti, sostenibili dal punto di vista ambientale, sicuri e attrattivi- ha proseguito Ghirelli - La Lega Pro è il calcio che ha più bisogno di innovare negli stadi per generare reddito, riconquistare i giovani che mancano, disporre di strutture di allenamento e di formazione per radicare la mission di formare i giovani talenti per le squadre delle serie superiori e le nazionali". "Per incentivare l'ammodernamento degli impianti sportivi servono risorse - ha concluso Ghirelli - È necessario potenziare e ampliare lo spettro di utilizzo dei Fondi Speciali gestiti dall'Istituto del Credito Sportivo e attingere ai programmi di finanziamento nazionali ed europei. L'innovazione richiede una responsabilità condivisa, il calcio della Serie C può essere un volano di crescita sociale ed economica sul territorio". (ANSA).