Galles, il ct Page: "Contro l'Italia sarà una grande sfida. Ramsey? Alla Juve non ha giocato quanto ha voluto ma sta arrivando in un buon momento di forma"

19.06.2021 21:30 di Andrea Bargione Twitter:    vedi letture
Galles, il ct Page: "Contro l'Italia sarà una grande sfida. Ramsey? Alla Juve non ha giocato quanto ha voluto ma sta arrivando in un buon momento di forma"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Rob Page, ct del Galles, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Italia. Ecco le sue parole riportate da TMW:

Sulla gara contro l'Italia "Sarà una grande sfida. L'Italia è molto in forma, abbiamo visto entrambe le gare giocate. Ci ha impressionati come lavorano, giocheranno così anche con noi e se lo faranno avremo lo stesso risultato... Quindi dovremo dare tutto per vincere, se vogliamo arrivare primi. Vogliamo arrivare primi, non vogliamo pensare neanche di arrivare secondi. Vogliamo il primo posto".
Sulla formazione "Ci siamo trovati in questa situazione già nel 2016 quando ci sono mancati giocatori importanti. L'Italia è fortissima, attacca in 7 e difende in 3. Servirà scegliere una squadra che potrà vincere la partita".
Su Ramsey "Sarà speciale per lui, non vede l'ora di giocare. Ha giocato benissimo. E' uno dei giocatori di cui sono molto orgoglioso: per come gioca, per i suoi cambi di gioco, per come difende vicino alla nostra area. Alla Juventus non ha giocato quanto ha voluto ma sta arrivando a un momento di forma che per noi è importante".
Sul non voler cadere prima del traguardo "Ci vorrà un impegno grandissimo per arrivare prima dell'Italia. L'ambiente nello spogliatoio è ottimo, arrivare a 4 punti è già stato un successo. La Svizzera è forte, siamo andati sotto, poi abbiamo pareggiato. Contro la Turchia potevamo fare anche 4-5 gol, siamo contenti di avere 4 punti e non rimpiango nulla. Giocherà una squadra che darà tutto per il Galles. L'Italia con la palla è una minaccia continua, soprattutto dalla sinistra: giocano col 4-3-3, sono molto bravi a interpretarlo, so cosa aspettarmi ma siamo preparati a questo. Sono bravi anche difensivamente e servirà capire cosa abbiamo noi alla luce delle prime due gare".
Sugli ottavi "Affronteremo questa gara come ogni altra partita, non c'è in testa nostra di partire sconfitti con l'Italia. Vogliamo renderli orgogliosi come contro la Turchia: vogliamo vincere ma vogliamo arrivare primi".
Sulla vittoria contro la Turchia "E' frustrante quando certe cose in allenamento non si riflettono in campo, qui sì e potevamo vincere anche 4 o 5 a 0 per le occasioni avute. Siamo usciti quasi delusi dal campo ma sono orgoglioso della performance dei ragazzi. Troviamo un avversario di qualità diversa adesso".
Sull'esperienza "Mi sto godendo il viaggio, anche allenarmi all'Olimpico che è straordinario. Cerchiamo di lavorare per un risultato positivo".
Sulla gara contro l'Italia "Vent'anni fa ci ho giocato ma è passato tanto tempo... I loro sostituti sono di grande qualità, sarà una grande sfida dove dovremo curare i dettagli".
Su Ward "E' stato difficile scegliere tra lui ed Hennessey, Danny è stato eccellente e ha migliorato la possibilità ma sa che non può rilassarsi. Wayne è pronto a prendergli il posto, è una competizione salutare, fanno parte dei giocatori di cui sono orgoglioso".
Su Bale "Gareth dimostra sempre carattere, anche al rigore sbagliato ha avuto una reazione positiva. Gli dobbiamo dare sempre merito".
Sulle parole di Mancini "Non ho visto cosa ha detto di noi ma sono concentrato su cosa possiamo fare e sui 26 ragazzi che ho portato qui".
Su Ramsey "Non credo che le critiche italiane siano una motivazione in più. Non ha niente da dimostrare, sono colpito sin dalla prima volta in cui ho lavorato con lui. E' un professionista, è bravo, si allena bene: segna gol importanti, è importante in fase offensiva e difensiva. Non ha niente da dimostrare, si gode il suo calcio: gioca col sorriso ed è bellissimo. Sarebbe un peccato non vederlo giocare, è tra i migliori al mondo".