Galetti: "Dopo addio Marotta la Juve ha sbagliato scelte di mercato. Non ripartire da Allegri sarebbe una sconfitta per Agnelli"

13.05.2022 22:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Galetti: "Dopo addio Marotta la Juve ha sbagliato scelte di mercato. Non ripartire da Allegri sarebbe una sconfitta per Agnelli"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Rudy Galetti, giornalista esperto di calciomercato. Di seguito, un estratto raccolto dalla redazione di calcioinpillole.com.

Si è parlato di Hlozek al Napoli però pare ci siano anche club della Premier League. Sarebbe ideale prenderlo ora da scommessa o in futuro?

"Sì, soprattutto in questi ultimi periodi, se un giovane va in Premier League, per riprenderlo bisognerebbe attendere che diventi un 'esubero'. E' stato accostato al Napoli ma siamo ancora in una fase esplorativa, non si può parlare di trattativa. Le squadre dovranno muoversi prima quest'estate visto che il campionato inizierà a metà agosto per via della pausa Mondiale, pertanto, devono muoversi prima anche sul calciomercato e molte strategie saranno svelate prima".

Osimhen-Premier League: quante possibilità ci sono?

"C'è questa tentazione della Premier anche se, al momento, non ci sono le condizioni concrete per parlare di contatti avviati o trattativa. Parliamo di rumors da oltre cento milioni di euro. Ad oggi è più probabile che resti a Napoli anche se, ovviamente, è molto cercato dalle squadre top però non c'è ancora niente di concreto. Le squadre principalmente interessate sono Manchester United, Arsenal e Newcastle".

Come vedresti Osimhen al Real o al Psg, in base a chi non riuscirà ad avere Mbappé?

"È suggestivo, può dare molto ad una squadra di grande qualità. Nonostante il grande sforzo, anche politico, per trattenere Mbappé a Parigi, credo che il francese andrà al Real Madrid. I blancos hanno assecondato tutte le sue richieste e appare improbabile un clamoroso passo indietro. A Parigi dovranno cambiare molto. La gestione dei portieri è stata dannosa per Donnarumma e Navas. Probabilmente uscirà Di Maria, Icardi non ha convinto ma non ha mercato a causa del suo ingaggio. Osimhen sarebbe sicuramente un giocatore che calzerebbe perfettamente al PSG. Per il Real, dopo aver perso Haaland, si punterà forte sul francese. In caso di non riuscita, il nigeriano ci starebbe bene in Spagna, ma sono solo suggestioni".

Darwin Nunez è uno dei gioielli più ambiti. Dove finira?

"Ha mercato. Andrà sicuramente via in estate, ed è una delle poche certezze del mercato. Lascerà il Benfica che ha già fissato un prezzo: siamo sugli 80 milioni. Si sta muovendo il Manchester United per cercare di anticipare la concorrenza. È un ottimo profilo, credo che valga il prezzo richiesto; a volte abbiam visto anche cifre più alte per giocatori rivelatisi meno incisivi rispetto a Nunez che segna molto. La vedo difficile che possa inserirsi un'italiana. Ad oggi la squadra è in pole position è il Manchester United".

Due domande: quanto c'è di vero nella suggestione Icardi-Fiorentina e un commento sui malumori in casa Juventus dopo la stagione senza titoli

"Parto dalla Juve. Da quando è andato via Marotta, secondo me, ha iniziato a sbagliare svariate scelte di mercato sia a livello di giocatori che staff tecnico. Per qualche anno ha vissuto di rendita, poi la squadra è calata ed è arrivata alla stagione attuale senza trofei. Non ripartire da Allegri sarebbe una sconfitta per Agnelli. Vedo difficile fare scelte alternative, sia per l'ingaggio da riconoscere a Max per altri tre anni, sia per il fatto che la Juve farebbe l'ennesimo passo indietro degli ultimi anni. Io stimo Allegri ma quest'anno sicuramente ha sbagliato; la Juventus deve mettere a posto il centrocampo. Su Icardi alla Fiorentina, beh... può essere un'idea però è dura soprattutto per le richieste d'ingaggio. Vedremo".

Perisic e Koulibaly militeranno ancora in Serie A l'anno prossimo?

"Credo di sì. Forse Perisic strapperà qualche centinaia di migliaia di euro in più d'ingaggio con quelle dichiarazioni post Juve, dove si è detto deluso dalle parole di Marotta; Koulibaly non lo vedo proprio lontano da Napoli. Ama la città, il club, e non penso che ci possano essere tentazioni per lui”