Fusi: "La differenza tra la Juve e le altre sta nella scelta dei giocatori"

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 7559 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Fusi: "La differenza tra la Juve e le altre sta nella scelta dei giocatori"

L'ex centrocampista della Juventus, Luca Danilo Fusi, è intervenuto ai microfoni di Zonacalcio.net. Ecco le sue parole:

 

La Juventus pochi giorni fa ha perso l’ennesima finale di Champions della sua storia e al momento lavora per rinforzare la rosa. Quali pensa che siano i giocatori, fra quelli trattati, adatti a vincere la Champions League?

“Innanzitutto la Juve ha una rosa molto competitiva quindi il mercato le serve per puntellarla, darle gli ultimi ritocchi per arrivare sempre in fondo alle competizioni in cui è impegnata. Penso che, come hanno sempre fatto, i dirigenti sappiano quali siano i giocatori funzionali alla Juventus e lavoreranno nel migliore dei modi per prenderli, qualora fosse possibile ovviamente. Questo secondo me marca la differenza fra i bianconeri e le altre squadre, la capacità di trovare e acquistare subito i giocatori importanti”.

La prossima Champions League, a detta dello stesso Allegri, sarà più difficile di questa a causa dell’entrata in gioco di squadre inglesi come il Liverpool, il Totthenam e il Chelsea. Chi pensa possa vincere la coppa?

“Una delle solite squadre, il Real, il Barcellona il Bayern e la Juventus stessa, i club che ogni estate possono intervenire sulle rose acquistando grandi campioni. Il Chelsea potrebbe tornare competitivo e dire la sua se continuasse a investire come fatto ultimamente, il Manchester City invece è una squadra da cui ci si aspettava di più e che in questa stagione proverà a risollevare la testa”.

Avrà sentito del mancato rinnovo di Donnarumma col Milan. Inevitabilmente il ragazzo è stato accostato in breve tempo ai più forti club europei, in primis a Real e Juventus. Secondo lei è possibile che rimanga in Italia? Ha fatto la scelta giusta?

Secondo me la scelta migliore, visto quello che è successo con il Milan, sarebbe andare all’estero. Rimanere in Italia e vestire un’ altra maglia potrebbe rivelarsi addirittura per un ragazzo come lui, si verrebbe a creare un clima molto pesante che non è detto Gigio riesca a ignorare. Per quanto riguarda la Juve, non dico sia impossibile acquistarlo ma quantomeno decisamente improbabile, per i rossoneri sarebbe quasi una beffa”.

Allegri ha rinnovato il proprio contratto con la Juventus, pensa sia ancora l’uomo giusto per la società?

“Penso di si, Allegri ha dimostrato nei tre anni della sua gestione di essere un grande allenatore. In campionato la Juve non avrà espresso il gioco più spettacolare e piacevole del mondo ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, in Europa invece ha raggiunto due volte la finale giocando anche bene. Per cui se l’obbiettivo dichiarato della società è vincere la coppa immagino abbiano fatto la scelta giusta”.