Durante: "Situazione Juve? Non mi piace fare processi alle intenzioni, aspettiamo l'esito delle indagini. Addio Agnelli? Elkann non era contento della gestione"

30.11.2022 16:20 di Redazione Torino   vedi letture
Durante: "Situazione Juve? Non mi piace fare processi alle intenzioni, aspettiamo l'esito delle indagini. Addio Agnelli? Elkann non era contento della gestione"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Sabatino Durante, agente Fifa e grande esperto di calcio sudamericano. Di seguito, un estratto raccolto dalla redazione di IlSognoNelCuore.com. 

Commento sulla situazione della Juve? Come terminerà questa vicenda?

"Non sono abituato a fare processi alle intenzioni. Ci sono delle indagini in corso, attendiamo riscontri da parte dei giovani. Credo che ci possa essere una penalizzazione da questo o dal prossimo campionato, ma aspetterei il parere dei giudici e la Figc. Ci sono fatti sui quali si potrebbe dire tanto, ma lasciamo i giudizi alla magistratura ordinaria. Per quello che si è verificato in passato, potrebbe essere applicata una penalizzazione, ma bisogna attendere".

Motivo della mossa di Agnelli? Ciliegina sulla torta di una pessima gestione?

"Elkann non era contento della gestione della Juve, ma questo è il segreto di Pulcinella. È il grande capo, se abbia ragione o meno, interessa poco. Poi c'è da considerare un lato tecnico, in questo modo si evita un accanimento nei confronti della società. Potrebbe pagare soltanto l'autore di determinate decisioni, le dimissioni potrebbero evitare l'arresto correlato alla reiterazione del reato. Inoltre, viene alleggerita la società da alcune possibili ripercussioni. In Italia abbiamo bisogno di parlare di calcio, di calciatori bravi e giovani".