Di Livio consiglia la Juventus: "Prendi Bellanova. Dopo il ko contro l'Inter si sono persi stimoli"

03.04.2024 15:30 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Di Livio consiglia la Juventus: "Prendi Bellanova. Dopo il ko contro l'Inter si sono persi stimoli"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Angelo Di Livio è intervenuto in diretta su TvPlay durante la trasmissione ‘Tango’. ⁠

“AL NAPOLI HO VISTO DELLE PRIME DONNE, VINCERE PIU’ SCUDETTI DI FILA E’ MOLTO DIFFICILE” – “Vincere lo scudetto è bello, ma devi essere bravo anche a confermarti perché l’appetito vien mangiando. Ogni giocatore deve ripartire con la stessa voglia, invece al Napoli ho visto atteggiamenti da prime donne. Uno scudetto lo possono vincere tutti, ma quando ne vinci due o tre di seguito vuol dire che hai giocatori di grande valore”. 

“ITALIANO ALLENATORE GIUSTO PER IL NAPOLI, DI MANNA NE PARLANO MOLTO BENE” – “Italiano è l’allenatore giusto per il Napoli perché riprenderebbe il filo del 4-3-3 di Spalletti. Osimhen andrà via, si ricaveranno tanti soldi che gli azzurri dovranno utilizzare sul mercato. Manna? E’ un allievo di Giuntoli, me ne parlano molto bene ma è chiaro che prendersi delle responsabilità in prima persona è un’altra cosa, specialmente in una piazza molto calda come Napoli”.

“DOPO SCONFITTA CON L’INTER LA JUVE HA PERSO STIMOLI, IERI SERA BUON SECONDO TEMPO” – “La Juve è una buona squadra ma non è fortissima. L’anno scorso secondo me è stata un’annata positiva, nonostante tutto. Dopo Inter-Juve sono cadute le motivazioni, la squadra si è spenta. Il primo tempo di ieri non è stato bello sono arrivati anche i fischi, mentre il secondo a me è piaciuto, in particolare dopo il gol ho visto dei giocatori che si sono liberati psicologicamente. Permanenza Allegri? Non è così scontato che se ne vada, soprattutto se dovesse vincere la Coppa Italia e raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League: gli do ancora un anno di possibilità, visto che comunque ha ancora una stagione da contratto”.

“SQUALIFICHE JUVE HANNO PESATO, FERGUSON PRONTO PER UNA BIG, RABIOT CALCIATORE FORTE” – “Le squalifiche hanno pesato, vedi Pogba e Fagioli che sono giocatori che potevano dare un qualcosa di importante. L’anno prossimo proporrei un 4-3-3, Chiesa deve giocare esterno e con qualche acquisto adatto la squadra potrebbe tornare competitiva. Ferguson? Si parla molto in ottica Juve, ed è un giocatore pronto per una big. Koopmeiners mi piace, e ripartirei da Rabiot perché è un calciatore forte”.

“JUVE DEVE LAVORARE PER TORNARE COMPETITIVA, TANTI CALCIATORI NON CONVINCONO” – “La Juve deve tornare ad essere competitiva, quindi ci sono da fare delle scelte sull’allenatore e su tanti giocatori. Se molti non hanno fatto il salto di qualità è normale che ci siano dei dubbi per il prossimo anno. A mio modo di vedere servono calciatori duttili perché sono quelli che fanno la differenza”.

“PER LA JUVE DEL FUTURO PRENDEREI BELLANOVA E DUE CENTROCAMPISTI” – “In porta tengo Szczęsny e Perin, in difesa prenderei Bellanova mentre per il resto confermerei tutti perché ho visto spesso una squadra solida che subisce pochi gol. Centrocampo? Prenderei Koopmeiners e Ferguson al posto di Locatelli e terrei Rabiot. Chiesa deve giocare alto a sinistra, poi vorrei prendere un esterno come Felipe Anderson e Vlahovic confermato come punta centrale. Riporterei a casa anche Soulé”.