De Canio: "Sarri, bel gioco e risultati? Ci vuole tempo per farlo"

19.02.2020 14:50 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
De Canio: "Sarri, bel gioco e risultati? Ci vuole tempo per farlo"

Il tecnico Luigi De Canio è intervenuto a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, per parlare delle Coppe e non solo.

Chi ti ha impressionato di più nelle prime partite degli ottavi di Champions?
"Haaland. Vedendolo con il Napoli, abbiamo tutti apprezzato questo talento. E' finito al Borussia ora. Tanti vengono proposti in Italia ma poi vengono scartati per vari motivi".

Due allenatori hanno abdicato alla loro identità: uno è Fonseca, l'altro è Sarri. Questo è un pregio o un difetto?
"Sono due situazioni distinte, ma è tutto nella norma. Ogni tecnico fa i conti con chi ha in squadra. Il problema di Sarri è stato quello di essere stato presentato dalla dirigenza come l'allenatore che potesse coniugare il bel gioco con i risultati. Questo è possibile ma devono avvenire anche tante cose insieme. Servono dei meccanismi un po' lunghi. Lui ha dimostrato che non è un allenatore che si lega solo ad un modulo, ma è capace di comprendere le situazioni e ad adattarsi. Quello di Fonseca è un periodo logico dopo tanti risultati buoni. Un momento di appannamento ci può stare. E poi ha perso per strada giocatori di qualità".

In molti parlano dei rigori in favore della Lazio e non dei suoi meriti:
"Invece di parlare dei rigori, credo che bisognerebbe essere più attenti al comportamento delle società. Atalanta, Lazio, due società non come la Juve, di primissimo livello internazionale, ma che dimostrano che attraverso la programmazione e la competenza riescono a produrre risultati tecnico-sportivi. Si deve esaltare questo. Si andare sempre più sulla competenza".