Criscitiello: "Inter, Conte va multato. Ibra al Milan sarebbe una bomba a orologeria"

11.11.2019 17:10 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Criscitiello: "Inter, Conte va multato. Ibra al Milan sarebbe una bomba a orologeria"

Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb, nel suo editoriale per il popolare portale di mercato ha analizzato alcune delle tematiche più calde del momento, a cominciare da Antonio Conte: “a bene che Conte è il Dio della panchina, va bene che senza di lui non potremmo vivere, va bene che siamo tutti pronti a baciare dove passa ma, anche qui, a tutto c’è un limite. Siamo stufi delle sue sfuriate. Perde una partita che vinceva per 2-0 e anziché spiegare i motivi del crollo inizia ad attaccare la società, i dirigenti e il mercato fatto in estate; dove lui era sempre presente e protagonista attivo. L’Inter, in estate, ha fatto un ottimo lavoro, certo non un capolavoro ma se le cose non gli vanno bene le dica in faccia a cena a Marotta. E’ stato accontentato quasi su tutta la linea. La squadra si è rinforzata, gli sono stati tolti i problemi Icardi, Perisic e Nainggolan ed è vero che gli manca un attaccante e una mezzala fisica, ma faccia di necessità virtù e ci metta qualcosa di suo. Gli allenatori spesso piangono, si lamentano, mettono le mani avanti e cercano alibi. Sempre per giustificare eventuali insuccessi. L’Inter ha bucato 2-3 partite. E’ un dato di fatto. Ma nessuno chiede la luna a Conte che sta già facendo grandi cose. Si limiti a far parlare il campo, perché lì è bravissimo ma in conferenza stampa mandate suo fratello. Tanto è già a libro paga. Marotta sbaglia a trattare Conte diversamente da come trattava Spalletti. Dichiarazioni come quelle di Dortmund, una società seria le deve punire con una bella multa. E anche Conte dovrà contare fino a 100 prima di parlare così di una grande azienda con grandi dirigenti e una proprietà fortissima”.

Sul Milan: “Nei giorni scorsi abbiamo parlato di un ritorno di Ibra al Milan, dopo le anticipazioni degli americani. Ci siamo limitati a dire “non ci risulta” ma volendo andare oltre potremmo aggiungere “preghiamo che ciò non avvenga”. Il Milan ha talmente tanti problemi che inserire Ibra nello spogliatoio di Milanello significherebbe far scoppiare una bomba ad orologeria. Nessuno discute il valore dello svedese ma guardando l’età, il percorso fatto negli ultimi anni e qualche infortunio serio subìto forse sarebbe il caso di dire che “siamo su scherzi a parte”. Il Milan dovrebbe rinforzarsi in maniera seria, in più zone del campo. L’obiettivo principale non sembra essere alla portata di questa squadra e di questa società. Un allenatore è già stato bruciato e il valore del mercato estivo viene deprezzato di domenica in domenica. Più che pensare ad Ibrahimovic, bisognerebbe pensare seriamente a risolvere i problemi di questa squadra”.