Corriere Torino - Piazza San Carlo, un’indagine sui turni dei medici

15.10.2019 08:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Corriere Torino - Piazza San Carlo, un’indagine sui turni dei medici

"San Carlo, un’indagine sui turni dei medici", titola stamane il Corriere di Torino nelle pagine della cronaca. La morte di Amato e la diagnosi sbagliata forse per colpa del caos. La notte della tragedia di piazza San Carlo - riporta il quotidiano -, gli ospedali fecero i conti con un’emergenza senza precedenti. Al Maria Vittoria, dove Marisa Amato venne ricoverata prima di essere trasferita alle Molinette, il radiologo di turno eseguì esami strumentali su almeno 150 tifosi travolti dall’ondata di panico esplosa durante la finale di Champions League Juventus-Real Madrid. Quella «situazione eccezionale di carico di lavoro» potrebbe essere all’origine della mancata diagnosi della «frattura cervicale» che rese Marisa tetraplegica, costringendola a restare a letto fino al giorno della sua morte. È su quella circostanza di lavoro anomala - riferisce il Corriere di Torino - che la Procura ha deciso adesso di far luce, chiedendo alla Digos di sequestrare la documentazione sui ricoveri eseguiti al Maria Vittoria e alle Molinette tra il 3 e il 4 giugno 2017 e sui turni di lavoro dei medici in servizio nei due ospedali. Per capire se si trattò di vera emergenza. E per scagionare eventualmente i camici bianchi. Sono quindici i professionisti indagati per la morte di Amato. Sono sospettati di aver ignorato la lesione al collo che nel giro di qualche giorno avrebbe portato la paziente 65enne alla tetraplegia.