Christillin a TMW Radio: "Vlahovic bella iniezione di fiducia. Adesso via qualche fondo di magazzino"

27.01.2022 18:00 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Christillin a TMW Radio: "Vlahovic bella iniezione di fiducia. Adesso via qualche fondo di magazzino"
TuttoJuve.com

Evelina Christillin, rappresentante UEFA nel consiglio FIFA, è intervenuta a TMW Radio, durante Maracanà, per parlare di Juventus.

E' contenta del trasferimento di Vlahovic?
"Sì, è chiaro che in un momento in cui la Juventus sembrava aver imboccato una parabola discendente, con risultati non ottimali e bilanci non ottimi, è arrivato lui. Questa è stata una sorpresa, non me lo aspettavo. E' un investimento, è un giovane di classe".

La Fiorentina ha fatto un grande affare:
"Non c'è alcun dubbio, l'affare lo ha fatto. Commisso non è uno sprovveduto. Sapeva che poteva prendersi qualche insulto dai tifosi ma i conti se li è fatti bene. E' un risultato di bilancio non indifferente. La Juve ha appena fatto un secondo aumento di capitale di 400 milioni".

Cosa pensa che possa cambiare ora?
"Non sono Allegri o la dirigenza. Posso dire che a livello di tifo, è una grande iniezione di fiducia. Spero che gli arrivino molte palle e segni. Spero tengano Dybala, tutto sommato McKennie è migliorato e può essere utile. Io spero che qualcuno da centrocampo passi le palle buone a Vlahovic".

Dybala rimane?
"Alla luce di questo acquisto penso di sì".

Cosa cambia con Vlahovic?
"La Juventus non tira in porta, è una delle squadre che segna di meno. Dietro si difende meglio, anche per merito di Chiellini e Bonucci, inoltre è tornato a buoni livelli Rugani. A centrocampo continuano a esserci problemi. Spero che riescano a vendere qualche 'fondo di magazzino'".

Corsa al quarto posto con chi a questo punto?
"Io mi auguro che si riesca ad arrivare almeno quarti. Il Milan ha un ottimo gioco ma può fare degli svarioni pazzeschi come col Genoa, lo metterei tra i punti interrogativi. E ci metterei anche il Napoli. L'Atalanta ha un gioco straordinario e può impegnarsi di più nel campionato. L'Inter invece è decisamente avanti, Marotta ha fatto un lavoro straordinario. Pur avendo un bilancio in sofferenza e avendo venduto dei gioielli è riuscito a fare una squadra di primissimo livello".

Vlahovic mette spalle al muro Allegri?
"Non parlerei di fallimento. Allegri aveva altre offerte oltre a quelle della Juventus, molto prestigiose ma è voluto tornare a casa. Sapeva benissimo quali fossero le condizioni della squadra, della società e quali potessero essere le prospettive a breve. Non parlerei di fallimento personale, però certo che se la Juve non arrivasse quarta, dopo aver perso la Supercoppa, mentre Pirlo lo scorso anno ha portato a casa due coppe, i problemi ci sarebbero. Ha un contratto di 4 anni molto oneroso, non si può pensare di cambiare ancora una volta".

Un commento sulle parole di Infantino?
"Ho sentito in diretta le parole di Infantino alla Commissione Europea. Non gli è uscita molto bene ma sono sicuro che non ci fosse alcun tipo di volontà di essere urticante e inopportuno. Non mi sento di tirargli la croce addosso, è stata una frase infelice e non voluta".