CHIELLINI a FIFPro: "A 20 anni ti senti indistruttibile ma a 35 la carriera è finita. Lo studio mi ha aiutato anche nel calcio"

17.10.2018 17:00 di Giovanni Spinazzola Twitter:    vedi letture
CHIELLINI a FIFPro: "A 20 anni ti senti indistruttibile ma a 35 la carriera è finita. Lo studio mi ha aiutato anche nel calcio"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus e dell'Italia, ha rilasciato una lunga intervista al sito FIFPro. Il calciatore ed il club sostengono la campagna "Mind the Gap" che incoraggia i calciatori a prepararsi per una seconda carriera ea difendersi dai problemi finanziari e dai problemi di salute mentale in età avanzata. Secondo il sito, infatti, solo il 13% dei calciatori attivi in Europa ha titoli di istruzione superiore - rispetto al 53% degli uomini nell'Unione europea. "Come calciatore, a 20 anni ti senti indistruttibile e capace di fare qualsiasi cosa nel calcio", le parole del capitano della nostra nazionale, laureato in economia con master in business administration all'Università di Torino. "Ma a 35 anni la tua carriera è più o meno finita. Hai quindi il resto della tua vita di fronte a te, e solo essere in grado di giocare a calcio non è abbastanza. Solo pochi giocatori riescono a trovare un lavoro nel calcio. C'è anche il rischio di depressione, e ci sono molti ex giocatori con problemi finanziari perché non hanno pensato a quello che stanno per fare, non hanno aperto le loro menti studiando. Ogni calciatore ha gusti diversi e - ha affermato - può scegliere la strada da percorrere dopo il calcio, ma l'importante è fare qualcosa. Come calciatore, devi iniziare a pensare alla vita dopo il calcio all'inizio della tua carriera, non alla fine. Lo studio mi ha aiutato ad alleviare un po' la pressione nel mondo del calcio, e ha mantenuto il mio cervello tagliente. Se non sei forte nelle partite non puoi prendere le decisioni rapide necessarie per raggiungere il livello più alto nel calcio".