Cerruti: "L'Inter ha deluso più della Juventus, prendersela con Allegri è sbagliato: ha delle colpe ma è più vittima che colpevole"

22.09.2022 21:10 di Martino Cozzi   vedi letture
Cerruti: "L'Inter ha deluso più della Juventus, prendersela con Allegri è sbagliato: ha delle colpe ma è più vittima che colpevole"
TuttoJuve.com

Alberto Cerruti ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb dove ha analizzato l'inizio di stagione in Serie A: "Non c'è grande qualità al vertice, chi è davanti ha meno punti dell'anno scorso e c'è un livellamento verso il basso. Il Milan non è il Milan dell'anno scorso, mentre il Napoli è partito benissimo ma comunque peggio dell'anno scorso. C'è un appiattimento di valori, c'è l'incertezza che non fa rima con bellezza".

Il Napoli può essere la favorita per lo Scudetto?
"Difficile dirlo quest'anno con un campionato anomalo e una sosta di due mesi: è la squadra con più soluzioni offensive, questo sì, è la più completa e la favorita, al momento sì".

Juve e Allegri in difficoltà?
"La grande delusione è l'Inter, ancor più della Juventus. L'anno scorso era la favorita mentre la Juve era da scoprire, quindi secondo me l'Inter è ancor più deludente. Prendersela con Allegri è sbagliato: ha delle colpe ma è più vittima che colpevole".

Inzaghi invece che colpe ha?
"Ha la responsabilità di non aver mai cercato un modulo alternativo, di aver cambiato durante le partite, di aver perso delle certezze e l'anno scorso ha regalato lo Scudetto al Milan. Credo che sia il principale responsabile, lo ha ammesso lui stesso".

L'assenza di Perisic basta a spiegare questo peggioramento?
"E' importante ma non basta per spiegare il campionato dell'Inter: la difesa non ha più la coesione dell'anno scorso, ci sono problemi che sono stati sottovalutati".

Il Milan dipende da Leao?
"Sì, è così, però non si può pensare che possa dipendere solo da un giocatore. Non ha le certezze difensive dell'anno scorso e davanti non ci si può affidare solo a Giroud, seppur bravissimo. Origi per ora è un acquisto sbagliato".

Leao che è cercato da grandissimi club: quando può
"Se arrivano queste proposte penso che prima o poi vada via, ma mi auguro di sbagliarmi per il Milan e per il campionato italiano".