Caso Plusvalenze, Di Cintio: "Prematuro stabilire se possa configurarsi un illecito"

30.11.2021 19:40 di Benedetta Demichelis   vedi letture
Caso Plusvalenze, Di Cintio: "Prematuro stabilire se possa configurarsi un illecito"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Cesare Di Cintio ha parlato a Sportmediaset.it del caso relativo alle plusvalenze: "È prematuro stabilire se possa configurarsi un illecito. L'unico precedente riguardante violazioni in materia gestionale ed economica riguarda il Chievo nel 2018, che alla fine prese 3 punti di penalizzazione. Penso che sia prematuro e difficile dire quanto sia concreta l'indagine. Sicuramente c’è un'indagine aperta e questo già è un dato. Naturalmente bisognerebbe vedere le carte, però sappiamo che ci sono attività istruttorie in atto, dalle quali l'accusa si attende che vengano fuori elementi per supportare la sua tesi. Tutto dipenderà da ciò che emerge. Quello che posso dire è che il tema delle plusvalenze è sempre stato delicato: il calciatore è un lavoratore subordinato e le sue prestazioni sono di loro natura aleatorie, la sua valutazione dipende da una vasta serie di eventi. Quando si parla di giovani, poi, non esiste un parametro per stabilire se diventeranno campioni o meno. Sottolineo che affinché si concretizzi il reato è necessario un dolo specifico. Attenzione, non un dolo generico, ma specifico, cioè connotato da consapevolezza e volontà di raggiungere un determinato fine".