Capello a TMW Radio: "La Premier riparte? Da noi non si decide mai niente... Tonali? Chi lo prende fa un affare"

28.05.2020 18:40 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Capello a TMW Radio: "La Premier riparte? Da noi non si decide mai niente... Tonali? Chi lo prende fa un affare"

L’allenatore Fabio Capello è intervenuto nel corso di TMW Radio per commentare alcuni dei temi più caldi del momento, a cominciare dalla ripartenza della Premier League: “Se la Serie A ripartirà? Non si decide mai niente, si fanno riunioni su riunioni. Ci sono problemi che non si vogliono risolvere. Si devono trovare soluzioni".

Qual è il modo migliore per tornare a giocare? Come ci si prepara per questo rientro?
"Serve una preparazione diversa. Prima ti preparavi per una lunga stagione, ora devi inventarti una che ti porti subito in condizione, sia fisicamente che mentalmente, senza avere amichevoli. Dipenderà molto da quello che hanno fatto nel periodo del lockdown. Il problema più grosso sarà quello degli infortuni, essendo rimasti tanto tempo fermi. Hanno fatto ginnastica ed esercizi specifici, ma poi magari erano sempre sul divano. Sarà difficile e importante avere preparatori atletici che facciano degli allenamenti specifici per riportare i muscoli dei calciatori al top in maniera adeguata e graduale".

Tra Conte, Inzaghi e Sarri chi può dare un impulso più forte alla ripartenza alla propria squadra:
"Contano i giocatori e basta. Io mi ricordo che Rijkaard che ci metteva due mesi a tornare in forma, perché in vacanza non faceva nulla. Sarà molto importante il lavoro fatto durante la quarantena. La cosa più importante sarà ritrovare la voglia dei giocatori, e sfruttare i calciatori da sprint".

Sarà anche molto importante l'orario delle partite. Lei che ne pensa?
"Chi giocherà la sera sarà favorito, sicuramente. Fa davvero tanta differenza. Chi gioca prima, alle 17, farà fatica a recuperare. Non è giusto. I giocatori chiedono di giocare dalle 18? E' giusto. Il prime time inizia alle 21.30 in tv? Si dovrebbe cominciare a quell'ora. E magari cominciare la prima partita alle 19. In Spagna è così da anni".

Dovremo aspettarci un calcio con meno tattica?
"Gli allenatori faranno eseguire quello che hanno preparato. Vedremo partite più veloci. Mi piacerebbe vedere una cosa: molte volte il fischio dell'arbitro viene condizionato dalle proteste del pubblico. In Germania fischiano di meno ora e spero quindi ci sia più continuità di gioco".

Quante possibilità ad un calcio di rovesciare i risultati delle precedenti giornate?
"Con tante sostituzioni puoi ribaltare la partita, se hai una rosa ampia. E in questo sono favorite le grandi squadre. Ma non credo sarà possibile ribaltare quanto visto nella prima parte di campionato vista". 

Questa ripartenza va a svantaggio della Lazio?
"La Lazio si è comportata in maniera perfetta per essere pronta subito. Ha avuto sempre i giocatori a Roma, li ha seguiti da vicino rispetto agli altri club. Merito di una società ambiziosa che ha capito di poter riuscire a vincere il campionato. Ma quando si riparte è sempre una lotteria. Vedremo chi ha lavorato meglio. Tutti avranno una partenza sprint".

Che finale si aspetta?
"Sarà eccitante, è come uno sprint".

Tonali come lo giudica?
"Ha grandi qualità, è giovane e in fase di maturazione. Chi lo acquisterà, come dissi per Barella e Sensi, farà un affare. Ho fiducia nella Nazionale italiana, a centrocampo ha un grande futuro".


Fabio Capello e Mario Sconcerti ospiti di Marco Piccari