Bucchioni: "Il campionato deve ripartire quando la situazione sanitaria lo permetterà ma dovrebbero esserci dei limiti"

09.04.2020 13:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Bucchioni: "Il campionato deve ripartire quando la situazione sanitaria lo permetterà ma dovrebbero esserci dei limiti"

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, Enzo Bucchioni ha parlato di alcuni temi d'attualità:

Sulle dichiarazioni di Ferrero: Parole indecenti, mi hanno dato molto fastidio. Capisco difendere l'orticello ma lui ha paura di andare in Serie B. Samp? Dal punto di vista calcistico è in difficoltà da inizio stagione ma con 12 giornate alla fine può ancora succedere di tutto.

Sulla Serie A: Il calcio deve ripartire quando la situazione sanitaria lo permetterà. I giocatori devono dare dopo aver ricevuto tanto.

Sulla ripartenza del Campionato: Dovrebbero mettere dei limiti, tipo entro il 3 agosto. Già questa è una stagione falsata, non andrei ad intaccare anche la prossima.

Sulle parola di Rumenigge: Tornare a giocare è la speranza di tutti. Dice cose di buon senso. Questo mondo ci piace tanto ma è un gioco che non funziona, soprattutto in Italia dove la gestione non è stata delle migliori.

Su Guardiola e il calcio offensivo: Il discorso è ampio ma il giusto mix è prendere dal passato le cose migliori e metterle insieme all'evoluzione che ha avuto il gioco del calcio.

Su Donnarumma: Il calcio è un mondo che ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità. Non bastavano i 6 milioni a lui, ne hanno dato uno anche al fratello, è uno scandalo. Bisogna darsi una ridimensionata, ci vorrebbe un monte ingaggi.