Branchini a TMW Radio: "Guardiola resta al City. Allegri via per differenti visioni con la Juve. Se Douglas Costa può partire? Vediamo come andrà la stagione..."

17.02.2020 19:00 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
© foto di Emiliano Crespi
Branchini a TMW Radio: "Guardiola resta al City. Allegri via per differenti visioni con la Juve. Se Douglas Costa può partire? Vediamo come andrà la stagione..."

Giovanni Branchini, agente, tra gli altri, di Massimiliano Allegri, e intermediario fra i più importanti dell'intero panorama calcistico mondiale è stato ospite di TMW Radio.

Guardiola poteva arrivare alla Juve?

"È una di quelle pagine nere dei nostri media. Non c'è mai stato nulla, non sarebbe successo. Guardiola resterà al City in ogni caso. Se lascerà il City sarà al termine del suo contratto o perché il City opterà per un ridimensionamento in polemica con chi lo ha giudicato colpevole. Solo nel caso di un ridimensionamento il club potrebbe chiedere ai giocatori più importanti, e a Guardiola, di andare via".

A Guardiola piacerebbe allenare in Italia?

"Potrebbe piacergli, ci ha giocato e ha tanti amici. Non mi sento di escluderla, ma oggi è totalmente coinvolto nel progetto City".

L'addio di Allegri alla Juve?

"Semplicemente credo ci sia stata una diversa visione del momento attuale. Ha chiarito che c'era questa percezione diversa, a quel punto la società ha deciso che fosse opportuno cambiare guida vista anche la cordialità dei rapporti. La questione è stata legata a dei punti di vista, c'era disaccordo su certe interpretazioni e questo ha suggerito ai dirigenti di intraprendere una strada diversa".

Futuro di Allegri?

"Credo che ci sia un desiderio di fare un'esperienza all'estero, Max non l'ha mai nascosto. Detto questo aveva anche l'esigenza di riposare un po' dopo due decenni in panchina. C'era bisogno di vivere una stagione in modo 'normale'. Un allenatore ha comunque situazioni di prestigio, ma alla lunga un po' di riposo serve".

Perché è saltato lo scambio De Sciglio-Kurzawa?

"In un primo tempo non eravamo così contenti di questa ipotesi. Il PSG da tempo spingeva per questa possibilità, quando la Juve ha detto che aveva trovato un accordo abbiamo accettato, poi la Juve ci ha comunicato di averci ripensato e noi ne abbiamo preso atto anche perché De Sciglio non aveva mai chiesto di essere ceduto essendo felice alla Juve".

Douglas Costa e la Juve?

"C'è stato un momento in cui il Bayern ha pensato al ritorno, ma non si è concretizzato in approccio o tentativo. Un pensiero durato poco. Nessun calciatore riesce a raggiungere il top senza continuità. Se hai infortuni che stoppano il raggiungimento della forma migliore diventa difficile per tutti. Questa è stata una costante penalizzante per lui e per la Juve, perché è un giocatore che potenzialmente può vincere le partite da solo. Se può partire? Non so, vediamo come procederà la stagione".

Cosa penso del futuro di Icardi?

"Credo che il PSG debba decidere cosa fare nel suo futuro. Questa è la cosa più importante. In base a quello, a seconda di chi sarà il tecnico, deciderà. Penso che Tuchel sia contento di Icardi, ma se ci sarà un cambio servirà capire quali giocatori resteranno. Penso a Cavani, Mbappé, Neymar e lo stesso Icardi. Un tentativo della Juve? Non mi sento di escludere niente... Ma onestamente non vedo la cosa come imminente. La Juve oggi è estremamente concentrata sulla sua stagione e il PSG altrettanto, il futuro di Icardi interessa noi che ne parliamo e chi ci legge o ascolta".