Barillà (La Stampa) a RBN: "Juve, Locatelli e De Ligt rimandati. Allegri ha colpe, ma la squadra ha delle lacune"

24.05.2022 19:00 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Barillà (La Stampa) a RBN: "Juve, Locatelli e De Ligt rimandati. Allegri ha colpe, ma la squadra ha delle lacune"
TuttoJuve.com

Intervistato da Radio Bianconera nel corso di ‘Stile Juventus’, il giornalista de La Stampa Antonio Barillà fa il punto sul mercato della Juventus: “Il Milan è stato una rivelazione è una buonissima squadra ma nessuno pensava che potesse durare così tanto. Poi citerei l’Hellas Verona. Tra le delusioni io non metto la Juve perché onestamente non sono sorpreso di questa stagione di transizione, sono dell’idea che era la squadra che l’anno prima era arrivata quarta ma senza Cristiano Ronaldo e con Chiesa fuori per mezza stagione. Poi metto anche il Cagliari e il Genoa. Il Napoli aveva una grande occasione, ma solo una poteva vincere. Secondo me ha pagato la mancanza di maturità, ha avuto 2-3 chance per spiccare il volo e le ha mancate. Ma lo stesso si può dire dell’Inter che come struttura è la squadra più forte in assoluto, sebbene alla lunga in campionato vinca sempre chi lo merita. Per far crescere i giovani serve tempo, il Milan ha trascorso diversi anni senza Europa”.

Sui bocciati in casa Juve: “Io direi Alex Sandro, Arthur e poi aggiungerei Kean che non ha reso come ci si sarebbe aspettati, soprattutto per l’investimento fatto. Tra i rimandati metterei Locatelli, non per colpa sua, e De Ligt che è stato straordinario ma ha avuto delle piccole pause che un giocatore come lui non può avere. Come terzo metto Rabiot che è migliorato ma può dare di più e trovare continuità. Tra i promossi metto Vlahovic, Chiellini e Dybala. Penso che La Joya si congedi da giocatore che ha un valore importante. Allegri? Ha le sue responsabilità e su quello non ci piove, ma vale il discorso di prima: è una squadra che era arrivata quarta e non aveva più CR7. La squadra aveva dei limiti, delle lacune”.