Baiocco a Tmw: "Pirlo non può essere giudicato solo dai risultati"

30.04.2021 18:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Baiocco a Tmw: "Pirlo non può essere giudicato solo dai risultati"
TuttoJuve.com
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Alla Juve prende sempre più corpo l'idea Allegri per la prossima stagione. Noi ne abbiamo parlato con Davide Baiocco, ex centrocampista anche dei bianconeri. E a Tuttomercatoweb.com inquadra la questione da un punto di vista diverso. "Max lo conosciamo tutti e ha sempre fatto bene ma io vorrei parlare di Pirlo. Non solo nel calcio, ma nella nostra società, ormai siamo in un momento del tutto e subito. Sei-sette mesi di lavoro bastano per capire che Pirlo non è in grado di andare avanti? Per giudicarlo non puoi basarti solo attraverso i risultati. Dissento dalle regole del calcio: i risultati ovviamente sono importanti ma va visto il lavoro che ha fatto e va valutato se è giusto per ottenere qualcosa di significativo a lunga scadenza. Sennò se ragioniamo in quel modo servono contratti a tempo: vinco la Champions e mi dai 20 milioni".

Quindi lei da dirigente come agirebbe?
"Premesso che non conosco il lavoro quotidiano, dico che nel calcio non si dà tempo alle persone di far vedere il loro valore. In 6 mesi cerco di dare la mia filosofia di gioco ma è possibile farlo con 30 teste? Io valuterei se il progetto tecnico è progredito e se la squadra è cresciuta come personalità e sicurezze. Giudicare solo il risultato è limitativo. Quando al Bayern hanno preso Guardiola volevano non solo vincere ma creare un'identità di gioco ben definita. Ecco, io in ogni caso sono per dare tempo, quella di Pirlo era una scelta coraggiosa. Zidane lo hai pagato 100 milioni ma lo hai aspettato sei mesi, un investimento meno oneroso lo hai aspettato meno. Lo so che alla Juve devi vincere subito ma con tutte le risorse umane che hanno credo guardino anche oltre il risultato"