ALLEGRI a Rai Sport: "Vogliamo confermare il secondo posto, c'è amarezza per non aver fatto punti a Napoli dopo una grande prestazione. Futuro? Non è un problema, penso solo agli obiettivi"

04.03.2024 12:10 di Rosa Doro Twitter:    vedi letture
ALLEGRI a Rai Sport: "Vogliamo confermare il secondo posto, c'è amarezza per non aver fatto punti a Napoli dopo una grande prestazione. Futuro? Non è un problema, penso solo agli obiettivi"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta di Napoli, Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Rai Sport: "L'amarezza deve essere per forza grande perché siamo usciti con una sconfitta dopo una buona prestazione. In questo momento contano molto i punti perché siamo ancora lontani dalla zona Champions, ora abbiamo un mini campionato di 11 partite dove abbiamo 10 punti di vantaggio e tanti scontri diretti. Abbiamo fatto una buona partita, i ragazzi sono stati bravi ma ne usciamo sconfitti quindi dobbiamo essere arrabbiati e prepararci bene per la partita di domenica contro l'Atalanta".

Alle spalle della Juventus, le altre corrono?
"La Juventus vuole blindare un posto in Champions, ora il Milan è ad un punto e per questo dobbiamo lavorare perché abbiamo l'obiettivo di rimanere secondi e quindi dobbiamo essere molto bravi".

Come ha visto i gol subiti?
"Sul tiro di Kvara c'è stata una deviazione e non abbiamo subito grandissime occasioni da gol ma solo situazioni ma siamo stati bravi a contrastarli. Difensivamente abbiamo fatto bene, poi ci sono delle cose che non ci vanno dritte, sul rigore non siamo stati reattivi e bisogna assolutamente migliorare perché bisogna tornare a fare punti".



Dispiace che il gol di Chiesa non sia bastato?
"Sono contento per Federico perché è cresciuto molto in settimana e deve trovare una condizione migliore, ci dispiace non avere Vlahovic a disposizione contro l'Atalanta ma ci sarà Milik, rientrerà Kean e anche con Rabiot e McKennie fuori, i ragazzi sono stati veramente bravi".

Tridente strada percorribile?
"La strada più percorribile è fare i punti che ci sono mancati e nelle ultime partite ne abbiamo fatti pochi, avevamo 18 punti di vantaggio sulla quinta ora ne abbiamo 10 e su questo bisogna assolutamente lavorare".

"Perché si parla così tanto del suo futuro?
"Perché sono un ragazzo simpatico e se ne parla, io in questo momento credo che il problema Allegri non esista, ma esiste un obiettivo che è quello di tornare in Champions, è quello della Juventus di cercare di arrivare in finale di Coppa Italia e credo di avere un gruppo di ragazzi con alti valori morali e possono sicuramente migliorare a livello tecnico e su questo sono sulla buona strada".

Branchini cosa voleva dire?
"Non lo so, chiedetelo a Giovanni, lo stimo molto, lo conosco da 20 anni, invitatelo che ve lì spiegherà lui. Il problema mio non esiste e non è mai esistito anche perché l'obiettivo mio personale è quello di tornare, anzi di confermare quello che è stato fatto l'anno scorso con la qualificazione in Champions, l'anno scorso eravamo terzi e arrivare secondi vorrebbe dire migliorare la nostra posizione con un'Inter che sta facendo un campionato straordinario".