ALLEGRI a JTV: "Questo è lo spirito che dobbiamo avere. Chiesa non si discute"

22.09.2021 23:02 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
ALLEGRI a JTV: "Questo è lo spirito che dobbiamo avere. Chiesa non si discute"
TuttoJuve.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

Massimiliano Allegri a Juventus TV: "Sono contento per come hanno interpretato la gara in ragazzi. Abbiamo fatto delle buone cose, poi al primo tiro abbiamo preso gol. In questo momento, è vero che avevamo due punti, però a livello di prestazioni ne meritavamo di più. Quando uno al primo tiro la mette all'incrocio.... dopo un primo pezzo di partita buono, dove potevamo segnare il secondo gol dove doveva cercare di farlo con maggiore lucidità, abbiamo preso l'1-1. Poi rientri e prendi il 2-1. E' normale che bisogna migliorare. Abbiamo tirato molto in porta, il loro portiere ha parato molto, poi siamo stati fortunati nell'occasione in cui rischiavamo di capitolare per il 3-1 e lì sarebbe stata dura. Siamo rimasti molto lucidi e quelli che sono entrati hanno dato: Bernardeschi ha strappato 2-3 volte, Morata è entrato bene, poi è stato decisivo nell'ultimo angolo e nel fallo preso a rincorrere il terzino. Kulusevski è entrato bene. Questo è lo spirito che dobbiamo avere. E' normale che dobbiamo cercare di gestire meglio la palla, anche nei momenti di difficoltà della partita, perchè ci dobbiamo scrollarci di dosso un pochi di pressione e di tensione. Dopo queste prime quattro partite in cui hai subito delle rimonte dopo delle buone gare, anche stasera dopo il nostro vantaggio sono arrivati due gol loro e siamo stati fortunati a non subire il 3-1 che ci avrebbe disintegrato. Stasera mi tengo stretto il risultato e poi penseremo alla Sampdoria, una squadra che ha qualità tecniche e individuali, contro cui dobbiamo cercare la prima vittoria in casa. Chiesa? È un giocatore che nessuno discute, poi deve migliorare in alcune situazioni perché anche stasera ha perso qualche palla cercando troppo il dribbling anziché passare. così si sprecano energie che poi tornano utili nel corso della gara. Rabiot deve entrare più cattivo e andare a fare gol e non esiste che non vada al tiro giusto. McKennie ha avuto quattro occasioni per fare gol. Serve una cattiveria giusta anche quando si ha la palla perché gli avversari devono capire che quando si arriva davanti all’area rischiano di prendere gol".