SARRI E CONTE, STORIE CHE QUALCUNO PARAGONA E FA MALE!

25.01.2020 00:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
SARRI E CONTE, STORIE CHE QUALCUNO PARAGONA E FA MALE!

Il giorno del ritorno a Napoli per Maurizio Sarri si avvicina, il tecnico toscano domani farà il suo ritorno ufficiale al San Paolo dopo aver giocato e vinto nel primo duello contro i partenopei a inizio stagione, match fantastico nel primo tempo e traumatico nella ripresa con quell’autogol di Koulibaly a rimettere in piedi una situazione che poteva essere storica negativamente parlando con un vantaggio di tre gol sprecati.

Tornando a domani, sarà la serata di Maurizio Sarri che tornerà a Napoli dopo due anni, con la differenza che con lui la squadra l’ottava per i primi posti mentre adesso viaggia a corrente alternata quasi in crisi. Gennaro Gattuso spera nel miracolo dopo aver battuto a sorpresa la Lazio in Coppa Italia.

ACCOGLIENZA SARRI - curioso sarà vedere in che modo verrà accolto Maurizio Sarri, per capire se il pubblico partenopeo fischierà o meno l’ex allenatore azzurro. Sicuramente la partenza di Sarri e’ stata pesante in casa Napoli, con Ancelotti un primo anno sufficiente ma un secondo deprimente fino ad ora con una classifica pessima e aspettative scudetto disilluse dopo investimenti corposi. 

NESSUN PARAGONE CON LA STORIA DI CONTE - alcuni paragonano il ritorno di Sarri a quello che avverrà con Antonio Conte a marzo. Da una parte ci sono similitudini perché sono andati in squadre di cui erano avversarie, ma nei fatti il paragone non è possibile. Maurizio Sarri a Napoli ha allenato pochi anni, Antonio Conte e’ stato simbolo e bandiera della Juventus. Con i bianconeri, infatti, ha vinto tutto quello che c’era da vincere, ha gioito e sofferto. Vederlo con la maglia di quella squadra che porta sul petto il tuo scudetto e’ per il tifoso juventino qualcosa di difficile da sopportare. E’ come se un tifoso interista vedesse alla Juve, Javier Zanetti.

Per Sarri domani sarà un’emozione e chi lo fischia sicuramente vedendo che fine ha fatto il Napoli dopo di lui fischierà per invidia, chi invece fischierà Antonio Conte a Torino, magari sbaglierà ma almeno nel dopo Conte la Juventus ha continuato a vincere come e più di prima.