Kean: "Non sono andato via per il razzismo. All'Everton per dimostrare quanto valgo"

06.08.2019 17:00 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Kean: "Non sono andato via per il razzismo. All'Everton per dimostrare quanto valgo"

Moise Kean, ex attaccante della Juventus, è stato presentato oggi in conferenza stampa come nuovo giocatore dell’Everton: “Dopo Cagliari ho sentito la vicinanza della Juventus - ha esordito -. Il club mi ha sempre sostenuto, il razzismo è da combattere sempre. L’incidente non mi ha convinto a lasciare l’Italia, sono venuto qui per altre motivazioni. Ho scelto l’Everton perché è un club che mi è sempre piaciuto e mi piace molto anche la Premier League. È un club che guarda avanti come me. Sono venuto qui per dimostrare a me stesso quanto valgo e farlo vedere anche agli altri, giocando al 100%".

E ancora: "Ho avuto la fortuna di giocare con giocatori molto forti come Cristiano Ronaldo. Sicuramente ho imparato tanto e porterò tutto con me in questa nuova avventura, per raggiungere i miei obiettivi. Quanti gol? Direi sette come minimo, ma sono capace di segnarne di più. Se sono pronto a giocare sabato con il Crystal Palace? Certamente”.