Undici metri - Ripartire da Dybala e dal dettame bonipertiano. Rebus CR7, servirebbe un altro marziano. Rischio asta per Locatelli

19.06.2021 21:44 di Brian Liotti   vedi letture
Undici metri  -  Ripartire da Dybala e dal dettame bonipertiano. Rebus CR7, servirebbe un altro marziano. Rischio asta per Locatelli
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Per cominciare rivolgo un pensiero ad un monumento del mondo Juve, uno per cui è assolutamente calzante il termine leggenda. Il presidentissimo Giampiero Boniperti ci ha lasciati ed è entrato nel Pantheon dei grandissimi, degli immortali. Onore a lui che aveva la Juve nel cuore e che ha coniato il famoso motto “vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”. D’ora in avanti sarà ancora più bello cercare di rispettarlo e farlo anche pensando a lui.


Intanto agli Europei l’Italia di Mancini fa sognare, gli azzurri vincono e convincono e sono accompagnati dall’entusiasmo di un paese che ha voglia di gioire e lasciarsi alle spalle l’ultimo anno e mezzo che è stato terribile. C’è voglia di vita, di calcio. Risentire il boato dei tifosi ai gol mi regala emozione vera, come non accadeva da tempo. L’Italia gioca e sembra divertirsi, soprattutto dà l’impressione di giocare da squadra, tutti uniti per andare avanti il più possibile. Ora non bisogna volare troppo, occorre mantenere i piedi saldi in terra ma a parer mio questa squadra può senza dubbio arrivare tra le prime 4 poi chissà, si vedrà.


Di certo uno dei grandi meriti di questi ragazzi e del ct Mancini è stato quello di aver riacceso la passione, l’entusiasmo della gente.
Chi sta brillando e parecchio è il gioiellino Locatelli che la Juve segue da tempi non sospetti ma che non ha avuto la capacità di prendere prima che cominciassero gli Europei. Le bellissime prestazioni di Locatelli potrebbero far lievitare il costo del suo cartellino e scatenare un’asta internazionale, nella quale i bianconeri potrebbero anche soccombere.


Insomma non è così scontato che Locatelli vada alla Juve soprattutto se dovessero inserirsi superpotenze straniere (Real Madrid e City e PSG su tutti). Di certo la Juve sta lavorando a fari spenti per cercare di sistemare la rosa e regalare ad Allegri una squadra competitiva.
C’è il rebus del secondo portiere, si cerca un profilo affidabile a costi non eccessivi.  

Per ora come operazioni definite è arrivata l’ufficialità della conferma del prestito di Alvaro Morata che resterà alla Juve almeno per un altro anno. Questo è il primo tassello del mosaico, su precisa richiesta di Allegri, ma è ancora troppo poco. Bisogna capire cosa farà la Juve in difesa con Demiral che potrebbe partire e quindi servirebbe (nel caso) un altro centrale e soprattutto cosa farà la Juve a centrocampo. Quello è il settore che ha bisogno di maggiori ritocchi e di linfa nuova.

Detto di Locatelli che rappresenta la prima scelta (ma che potrebbe essersi complicato), pare possa anche tornare Pjanic in prestito (dopo l’anno non felice al Barcellona). Questa operazione che avrebbe il placet di Allegri mi lascia un po’ perplesso. Vedremo.

Ma il vero, grande desiderio dei bianconeri è solo uno: il ritorno di Paul Pogba. Sarebbe un vero colpaccio. Il francese un giorno sì e l’altro pure lancia segnali e messaggi d’amore alla Juve. Paul tornerebbe di corsa a Torino. Ma tra il dire e il fare c’è dimezzo un mare di soldi, a meno che Cr7 non vada allo United e si possa imbastire uno scambio. Fanta-mercato? Chissà ….

C’è poi il grande rebus Cr7. Continuo a pensare che Cristiano lascerà la Juve e ho la sensazione che possa andare al Psg o allo United. Poi magari mi sbaglierò ma sono quasi certo del fatto che il campione portoghese andrà via. Solita storia, senza Cr7 alla Juve servirebbe un campionissimo, un nome di alto profilo, soprattutto servirebbe uno che la butti dentro. Un bomber affidabile. Non sarebbe facile sostituire un marziano come Cr7, uno che ti fa 30 e più gol all’anno. Dybala dovrebbe restare ma non è ancora arrivato il rinnovo e quindi tutto è ancora possibile. Il nome di Gabriel Jesus stuzzica parecchio ma a me pare troppo simile a Dybala.  Non vorrei che il suo possibile arrivo possa significare la partenza della Joya. Invece io su Dybala punterei, gli costruirei la squadra intorno. Da lui dovrebbe ripartire la Juve. Questo per far capire a tutti come sia difficile fare mercato in questo frangente. A ciò si aggiunga che occorre fare delle plusvalenze entro il 30 Giugno per dare ossigeno al bilancio. Cherubini e i suoi collaboratori hanno tanto lavoro da fare. Auguri. Buon mercato a tutti, aspettando il primo vero grande colpo bianconero che potrebbe arrivare a breve…