ESCLUSIVA TJ - Rino Foschi su Dybala: "E' una mezz'ala offensiva. Alla Juve offuscato da Ronaldo. Nel 2013 vicini a prenderlo al Genoa, poi..."

23.07.2021 13:30 di Luca Cavallero   vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Rino Foschi su Dybala: "E' una mezz'ala offensiva. Alla Juve offuscato da Ronaldo. Nel 2013 vicini a prenderlo al Genoa, poi..."
TuttoJuve.com
© foto di Gabriele Di Tusa/TuttoPalermo.net

Riguardo al ruolo di Paulo Dybala nella Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Rino Foschi, direttore sportivo del Palermo ai tempi in cui vi militava la Joya.

Cominciamo dall'infortunio di Dybala: ne può influenzare l'avvio di stagione?

"No, diversamente dall'anno scorso. E' solo un lieve affaticamento muscolare, ordinario durante una preparazione atletica. Dybala recupererà e sarà centrale nella Juve di Allegri".

Qual è il ruolo ideale della Joya?

"Secondo me è un trequartista o una mezz'ala offensiva: ha bisogno di campo dinnanzi a sè. E' sbagliato definirlo prima punta".

Con voi a Palermo giocava falso nueve...

"Lo impiegava così Iachini, ma doveva ancora trovare la sua collocazione tattica. Ricordo ancora che il primo anno in Sicilia non giocava quasi mai. Io ero ds del Genoa e Zamparini me lo propose: la trattativa non andò in porto".

E poi arrivò la Juve nel 2015...

"E Dybala la volle a tutti i costi. Paratici fece di tutto per prenderlo".

Come giudichi i presunti problemi di coesistenza con CR7?

"Ronaldo è il calciatore più forte al mondo: in campo pretende sempre di avere la palla lui. Dybala forse può sentirsi offuscato da questa situazione. In ogni caso, secondo me, possono giocare insieme".

Qual è, tuttavia, la sua chiave di lettura rispetto alla mancanza di continuità...

"Secondo me non ci sono problemi di continuità. Semmai è stato penalizzato a causa di vari episodi sfortunati che lo hanno visto protagonista, tra cui infortuni, Covid e Juve che ha provato a cederlo nel 2019".

Si ringrazia Rino Foschi per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.