ESCLUSIVA TJ - Giancarlo Tronchetti (Ag. Olivieri): "E' la fine di un incubo, il club lo fa sentire importante. Prima squadra? Deve far bene con l'U23"

16.09.2019 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Giancarlo Tronchetti (Ag. Olivieri): "E' la fine di un incubo, il club lo fa sentire importante. Prima squadra? Deve far bene con l'U23"

Il primo punto raccolto dai ragazzi di Pecchia porta la firma di Marco Olivieri e Raffaele Alcibiade. Sicuramente, il ritorno al gol dell'attaccante di Fermo - a secco dalla sfida con l'Albissola dell'agosto 2018 - ha suscitato molto clamore e molto interesse: "Il ringraziamento va alla società che gli ha sempre dimostrato fiducia - spiega ai nostri microfoni il suo agente Giancarlo Tronchetti -, il ragazzo è sempre stato consapevole di aver vissuto un'annata molto travagliata soprattutto a livello psicologico, non è semplice per un attaccante non trovare la via della rete. Quel che posso dire a riguardo è che ha subito il passaggio dalla Primavera all'U23.  Questa è la fine di un incubo".

Ringraziamenti generici, ma c'è qualcuno in particolare a cui andrebbero?

"Sì, il direttore Fusco e l'allenatore Pecchia che lo stanno aiutando tantissimo anche a livello personale. Lo fanno sentire un gran giocatore, lui si sta impegnando tantissimo e vuole ripagare le lodi che riceve. L'anno scorso era molto giù di corda, non riusciva a segnare e non aveva trovato grande feeling con il tecnico (Zironelli ndr). Era in prestito ed è stato ugualmente riscattato, anche a fronte di una stagione non del tutto positiva. Ecco perché mi sento di dover porre questi particolari ringraziamenti alla società bianconera".

Quindi, a tuo avviso, può esser questa la scintilla che gli ha fatto iniziare al meglio la stagione?

"Sì, Marco adesso sente tantissimo la fiducia. Anche se in campo sembra un orso, è un ragazzo molto sensibile e rispecchia molto l'età che ha. E' stata una buona settimana, il gol di ieri arriva insieme a quello segnato in nazionale. Tra l'altro, quest'anno, avrà molta concorrenza perché la Juventus ha tanti giovani forti come Han, Lanini, Mota, Rafia e Beltrame che sono di categorie superiori. E' una squadra che può tranquillamente ambire ai play-off".

Lo hai sentito per fargli i complimenti?

"Sì, proprio poco fa. E' veramente molto contento, ha aggiunto il gol di ieri a quello che aveva già segnato con la nazionale. Ne bastava uno per sbloccarsi. Ora speriamo che sia l'inizio di una lunga serie (sorride ndr)".

Già, che potrebbe anche coincidere con la chiamata in prima squadra. Se chiaramente dovesse continuare così.

"Speriamo, perché no? Ma prima deve pensare a far bene con l'Under 23 e non si deve montare la testa. Deve esser sempre molto umile".

Si ringrazia Giancarlo Tronchetti per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.