DE LIGT: "I grandi olandesi del passato? Iil mio esempio all'Ajax è stato Vertonghen. La Juve? Lavorerò duro per migliorare"

03.09.2019 12:00 di Giuseppe Giannone   Vedi letture
DE LIGT: "I grandi olandesi del passato? Iil mio esempio all'Ajax è stato Vertonghen. La Juve? Lavorerò duro per migliorare"

Intervistato dal "De Teelegraph", giornale olandese, in seguito alla vittoria del premio di giocatore olandese dell'anno, Matthijs De Ligt, difensore centrale della Juventus, si sofferma sui paragoni fatti tra lui ed altri grandi olandesi del passato, oltre che sulla Juventus, club con il quale non ha giocato al meglio nell'esordio in campionato contro il Napoli: "I grandi campioni olandesi come Ronald Koeman, Johan Cruijff, Marco van Basten e Ruud Gullit? Li conosco tutti, ma sfortunatamente non li ho mai visti giocare a calcio. Trovo più speciale succedere a Jan Vertonghen. Come numero quattro, è stato il mio esempio all'Ajax. La Juve? Sono in una nuova nazione e so che nulla è facile. All'Ajax il nostro vero segreto era la squadra. Alla Juventus ognuno ha un programma personalizzato di lavoro, per ogni giocatore viene studiato ciò di cui ha bisogno e si lavora per migliorare su dei punti specifici. Lo trovo un fattore molto positivo. La gara con la Fiorentina? Lavorerò duro, spero di dare al calcio quello che hanno dato campioni come Van Persie, Robben, Koeman e Kuyt".