ATTACCO, RESTA SEMPRE L'INCERTEZZA

30.06.2022 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ATTACCO, RESTA SEMPRE L'INCERTEZZA
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Il reparto offensivo della Juventus continua a mantenere delle incertezze. Al momento il punto fisso, come tutti sanno è Dusan Vlahovic che sfiderà i grandi bomber di Inter, vale a dire Lukaku, Roma, cioè Abraham, Napoli con Osimhen e Milan con Giroud. Insomma, una sfida lanciata alle prime punte che si dimostra molto interessante.

La differenza tra i bianconeri e le altre contendenti è che i reparti offensive delle avversarie sono al momento più avanti. L'esempio dell'Inter è lampante, hanno Lukaku, a cui si aggiungono Lautaro Martinez, Correa, Dzeko e Sanchez, con la possibile aggiunta di Paulo Dybala. Nulla da paragonare alla Juventus dove c'è Vlahovic, che possiamo paragonare a Lukaku, ma manca tutto il resto. Chiesa va bene in confronto con Lautaro Martinez ma sarà disponibile, forse a settembre, Kean è come Sanchez in partenza, ma per il resto i nerazzurri hanno molte più soluzioni, mentre la partenza di Morata pone la Juventus alla ricerca di un potenziale sostituto che non è una possibilità ma una reale esigenza.

Vrioni può essere benissimo la potenziale quarta punta, quello che era Moise Kean quest'anno, da valutare chiaramente in ritiro ma le potenzialità per essere una piacevole scoperta ci sono tutte. Allo stesso tempo, serve un aiuto alla coppia Vlahovic - Chiesa ed i bianconeri devono muoversi in tal senso.

Arnautovic potrebbe essere una soluzione anche se non proprio il giocatore che tutti vorrebbero, mentre Simeone, seguito anche lui ha delle buone basi per rappresentare un'alternativa utile.

In ogni caso serve assolutamente un terzo attaccante, Morata per mille ragioni sarebbe l'ideale, se non si riuscirà a riportarlo a Torino serve un profilo simile come peso e costanza.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve