LA LANTERNA VERDE - Più italiani… ma di qualità! Dybala? Futuro bianconero… E su De Sciglio e Boattin…

25.04.2019 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Più italiani… ma di qualità! Dybala? Futuro bianconero… E su De Sciglio e Boattin…

E anche l’ottavo Scudetto è passato alla sezione archivio. Ora c’è da pensare a chiudere, al meglio, la stagione e cominciare a pianificare un altro anno da protagonisti assoluti. Da più parti, si avverte il desiderio di avere una rosa bianconera con più azzurri. La Vecchia Signora ha sempre avuto uno zoccolo duro di giocatori italiani e la dirigenza non vuole disperdere questa funzionale e vincente peculiarità. Tuttavia, per giocare nella Juventus, devi avere determinate doti, sia a livello calcistico che mentale. Quindi, ben vengano gli italiani ma che siano di qualità. Paratici è al lavoro per individuare i profili giusti. Chiesa, al momento, è il giocatore italiano che piace maggiormente. E’ un talento naturale, ha carattere, la giusta età e una gran voglia di mettersi in gioco dove si lotta per il vertice. La Fiorentina, correttamente, sta facendo di tutto per trattenerlo ma, davanti alle avances di una anziana ma pur sempre affascinante signora è dura non cedere. Dinanzi alla proposta economica corretta, il matrimonio potrebbe andare in porto, salvo “terze parti” non gradite. Il Bayern Monaco ci sta pensando seriamente, così come l’Arsenal. Insomma, Chiesa fa gola a tanti, non solo alla Juventus. Servirà il classico “stile bianconero”, ossia dimostrare di essere la scelta giusta, la migliore, l’unica percorribile…
C’è una sola strada percorribile per Dybala ed è quella di restare a Torino e tornare ad illuminare la scena con le sue giocate. La stagione è stata difficile, complicata, avara di soddisfazioni ma, quando sei un fuoriclasse a prescindere, devi saperti rialzare, anche dalle batoste più forti. Paulo è un campione. Un’annata “di traverso” può capitare. Ora arriva la vera sfida, ossia ritrovarsi e zittire tutti i critici, soprattutto coloro che l’hanno bollato come un brocco. Scusate ma averni di brocchi come Dybala… Indubbiamente c’è da risolvere la questione della posizione in campo. Dybala deve giocare più vicino alla porta. Non semplice con CR7 nei paraggi ma, statene certi, Allegri (o chi ci sarà al suo posto) studierà a fondo il problema e, a bocce ferme, troverà la soluzione migliore per il bene della Juventus (prima) e dell’argentino (dopo). Comunque sia, meglio tenerselo stretto uno come Dybala. Una stagione buia non cancella quanto di buono ha fatto negli anni precedenti…
Ci tenevo a raccontarvi della bella chiacchierata fatta con Mattia De Sciglio e Lisa Boattin (entrambe le interviste sono in uscita sul numero di Calcio2000 di maggio). Si dice che la Juventus sia un mondo a parte e, in effetti, è così. Mattia mi ha sorpreso. Ha perfettamente compreso il suo ruolo all’interno del club bianconero, anteponendo (sempre) il bene della squadra ai propri interessi. Mi ha confermato che CR7 non è un marziano ma è umano, capace anche di stare agli scherzi (non l’avrei mai detto). Si è pure arrabbiato quando gli ho fatto notare che, per tanti, l’ultimo Scudetto è sembrato scontato. Bravo Mattia, un ragazzo vero, uno che andrebbe valutato con meno cattiveria nei giudizi… Poi mi sono confrontato con Lisa Boattin, giocatrice delle Juventus Women. Felice e quasi incredula di quello che sta provando grazie alla Juventus (e alla maglia della Nazionale). Straordinariamente convinta del valore del calcio femminile, tanto da dichiarare: “C’è chi pensa che non siamo brave? Beh, che ci venga a vedere, così vedrà di cosa siamo capaci. Siamo donne, se lo vogliamo, arriviamo ovunque”. Ha ragione la giovanissima Lisa, su tutta la linea (girl power compreso). Le hanno detto tante volte di fare altro nella vita… Lei non ha ascoltato nessuno ed è andata avanti per la sua strada. Ha vinto lei, come ha vinto Mattia, come vince la Juventus… Sempre!