ESCLUSIVA TJ - Shade: "Il Bologna giocherà alla morte, mi aspetto in campo il magnifico duo. Arthur stop, vi svelo chi ruberei all'Inter. Mandzukic? Lo avrei ripreso"

23.01.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Shade: "Il Bologna giocherà alla morte, mi aspetto in campo il magnifico duo. Arthur stop, vi svelo chi ruberei all'Inter. Mandzukic? Lo avrei ripreso"
© foto di twitter.com/thetrueshade

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il noto rapper e doppiatore tifosissimo bianconero Vito Ventura, meglio conosciuto come Shade, per parlare approfonditamente del momento Juve e non solo:

Ti abbiamo visto inquadrato dalle telecamere al Mapei Stadium. Hai visto la Juventus dal vivo?

"Sì, ero al Mapei il giorno prima per una pubblicità con PlayStation ma non ho assistito dal vivo alla sfida. Ammetto che mi manca moltissimo, spero si possa tornare presto allo stadio. Sono riuscito a seguire la Juve dalla tv e mi ha convinto, l'ho vista più compatta rispetto alla sconfitta di San Siro. Anzi: sembravano quasi due squadre diverse".

C'è stato un qualcosa che non ti è piaciuto della prestazione di mercoledì sera?

"Se proprio dobbiamo trovare un difetto alla bella prestazione di mercoledì, direi che c'è stata qualche insicurezza dal punto difensivo. Non mi riferisco ai centrali dove Bonucci e soprattutto Chiellini hanno giocato un ottimo match, ma ogni tanto sulle fasce c'è stata la sensazione di prender gol. Mi riferisco, in particolare, a quando negli ultimi Bernardeschi si è fatto saltare e ci siamo trovati impreparati. Per fortuna c'è stato Super Szczesny, altrimenti potevamo subire gol e la partita si sarebbe molto complicata".

La Juve dovrà cercare di rialzar la testa in campionato, che partita ti aspetti? E il Bologna in che modo proverà a mettere in difficoltà i bianconeri?

"Onestamente, contro il Bologna mi aspetto a centrocampo il duo McKennie ed Arthur che dovrebbe esser sempre titolare: il primo ha una corsa infinita, un moto perpetuo, un giocatore che ha anche degli ottimi piedi, il secondo offre geometrie e vede cose che altri compagni non vedono. Se c'è una cosa che ormai abbiamo capito, è che la Juve trova il massimo sfogo quando non viene attaccata. Il Napoli ha tentato di difendersi ed è stato schiacciato, l'Inter ha avuto più sfrontatezza ed ha vinto. Per questo mi aspetto un Bologna che giocherà alla morte".

Da tifoso preferiresti che la tua squadra sacrificasse la possibilità di rimontare in campionato per dare la massima priorità alla Champions League?

"Da tifoso voglio sempre vincere, non sacrificherei mai niente. Se mi dessero la matematica certezza del trionfo in Champions forse un pensierino lo farei, ma in questo caso no. Credo che la Juve debba fare un sacrificio, allo stesso tempo bisogna fare la rimonta in campionato e fare un buon percorso in Europa. Questa squadra ha le potenzialità per fare entrambe le cose".

Vorresti vedere sempre Kulusevski in campo?

"Per me deve fare quel piccolo upgrade per esser titolare in questa Juve. Ha gamba, fisico, gli manca quel poco di maturità. A volte, forse, è troppo sicuro di sé, al contrario di Chiesa a cui manca spesso la capacità di osare un po' di più. Dejan si sta candidando per un posto da titolare, le potenzialità ci sono".

Facciamo un gioco: ti cito tre dei tuoi tormentoni: "Irraggiungibile, La Hit dell'estate e Allora Ciao". Riesci ad accostarli ai calciatori? Possiamo creare una alchimia?

"Bella domanda. Sicuramente Pogba sembra essere irraggiungibile per noi juventini. La Hit dell'estate l'avevo dedicata a de Ligt, ma potrebbe essere anche Arthur. Per lui avevo pensato Arthur stop invece di autostop (sorride ndr). Però per l'ultimo singolo, purtroppo, lo vedo più calzante a Mandzkuic visto che è andato al Milan. Avrebbe fatto più male vederlo all'Inter".

Hai la possibilità di rubare un giocatore ad una squadra avversaria, su chi ricade la scelta?

"Sicuramente su Barella, è un giocatore che a me piace tantissimo. E' il più forte degli italiani, un profilo che al nostro centrocampo manca per intensità e talento. Anche la Juve lo voleva, ero felicissimo infatti quando avevo ascoltato la notizia. Farei carte false per portarlo a Torino".

Capitolo mercato: chi vorresti? Un attaccante o un altro centrocampista?

"Oddio, se potessi sceglierei entrambi (ride ndr). Servono tutti e due i profili come il pane, così anche da far rifiatare Ronaldo e Morata. Mi dispiace come dicevo molto per Mandzukic, ero affezionato all'onnipotente Mario e in Italia lo avrei visto bene nuovamente con la nostra maglia. Sarebbe stato un gradito ritorno, ma non lo criticherò mai perché è sempre stato un guerriero. La colpa è di un allenatore che ha messo ai margini lui e un centrocampista come Emre Can. Pazzesco. Il sogno è sempre Pogba, però sarebbe una buona scelta quella di Locatelli che a livello di cifre sembra esser più fattibile".

Si ringrazia Shade per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.