ESCLUSIVA TJ - Laura Barriales: "Penso sia finita la pazienza. Riscatto Morata difficile, Milinkovic-Savic vuole la Juve. Dybala? Lascerei uno spiraglio aperto..."

15.04.2022 18:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Laura Barriales: "Penso sia finita la pazienza. Riscatto Morata difficile, Milinkovic-Savic vuole la Juve. Dybala? Lascerei uno spiraglio aperto..."
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"Col Bologna, sicuramente, sarà una partita votata all'attacco; anche perché a centrocampo sono disponibili solo Zakaria e Rabiot. Con gli uomini contati in quella zona di campo, Allegri è quasi costretto a schierare l'attacco pesante con Vlahovic, Dybala, Morata e Cuadrado. Ma occhio all'avversario, che gioca anche e soprattutto per il suo allenatore: avrà sicuramente una forza motivazionale in più". Pensieri e parole di Laura Barriales, showgirl ed ex volto di Juventus TV, che in esclusiva a TuttoJuve.com ha parlato approfonditamente degli ultimi avvicendamenti in casa bianconera e non solo:

Nel poker d'assi in attacco, mi hai citato Dušan Vlahović. Lo si potrebbe definire un Cristiano Ronaldo – meno primadonna – più giovane per mentalità e impatto avuto nel mondo Juventus?

"Non li vedo molto simili nemmeno dal punto di vista caratteriale. Vlahović è molto giovane e deve crescere, però in lui si intravede sin da ora quella grinta e carattere anche dal punto di vista motivazionale: non è solamente un solista, ma diventerà un futuro leader di squadra. Non a caso la Juve ha puntato forte su di lui. Le qualità e i numeri di Ronaldo non si discutono ed è irrispettoso paragonarlo ora per la carriera fatta. Già tra un paio di stagione, potremmo tirare le prime somme".

Forse le aspettative iniziali erano diverse dal quarto posto maturato fin qui. Te l’aspettavi una stagione così difficile con il ritorno di Massimiliano Allegri?

"Sinceramente sì, ed indipendentemente dell'addio di Ronaldo negli ultimi giorni di mercato. La Juve è in fase di rinnovamento e ha problemi strutturali importanti a centrocampo, ci vuole pazienza che ora penso sia finita. Dall'anno prossimo deve ritornare a lottare per lo scudetto e almeno arrivare ai quarti in Champions League".

Parlando di Paulo Dybala, secondo te la Juventus ha fatto un errore a non rinnovare il contratto?

"Uno spiraglio aperto non lo vogliamo tenere? Io credo ci siano state problematiche che vadano oltre, non ultima la non ottimale gestione di Dybala dal lato della procura. Mi ha fatto tenerezza vederlo piangere dopo l'Inter, l'abbraccio con lacrime trattenute dopo l'assist per il gol di Vlahović con il Cagliari vale più di mille parole".

Però non vorrei fare il bastian contrario, ma il matrimonio sembra esser davvero finito definitivamente questa volta.

"Io lascerei da parte l'orgoglio, da entrambe le parti, e mi risiederei intorno ad un tavolo. E poi chissà che cosa potrebbe succedere".

Credi nel riscatto del tuo connazionale Alvaro Morata? Che cosa ne pensi di lui?

"Ci credo, ma lo vedo difficile alle attuali condizioni. Potrà rimanere solo se l'Atletico abbasserà le proprie richieste. È un bravo ragazzo di sani principi e con famiglia e moglie splendida, i suoi valori sono molto rari. Le sue qualità come calciatore dopo l'arrivo di Vlahović sono state ancora più valorizzate, giocando in un ruolo più consono alle sue caratteristiche". 

Si parla di Carlos Soler come possibile obiettivo di mercato della Juve. Che ne pensi?

"Non conosco bene Carlos Soler come giocatore per esprimere un giudizio. A centrocampo, se dipendesse da me, punterei su Milinkovic-Savic che è potente, di qualità, segna, fornisce assist e possiede un ingaggio in linea con la nuova politica della società. Un po' meno il costo del cartellino, ma lui vuole la Juventus".

Un nome me lo hai appena fatto te, vogliamo provare ad individuare un altro calciatore che vorresti? Magari in difesa?

"Prima penserei ai giocatori bianconeri, Chiellini non ha ancora deciso il suo futuro e quest'anno sia lui che Bonucci hanno evidenziato una condizione fisica che non può garantire una continuità per giocare titolari fissi in una squadra di vertice. Rudiger, a mio avviso, insieme a de Ligt formerebbe una gran coppia di centrali. E già che ci siamo, punterei anche ad un terzino sinistro".

Si ringrazia Laura Barriales per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.