ESCLUSIVA TJ - L'ex Udinese Manfredini: "Juve favorita a Udine. Per la corsa Champions vedo meglio Atalanta e Milan. Pirlo? Non mi aspettavo tante difficoltà, ma..."

01.05.2021 11:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - L'ex Udinese Manfredini: "Juve favorita a Udine. Per la corsa Champions vedo meglio Atalanta e Milan. Pirlo? Non mi aspettavo tante difficoltà, ma..."
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Riguardo all'imminente Udinese-Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Thomas Manfredini, calciatore dei friulani tra il 1999 e il 2004.

Udinese-Juventus: che tipo di partita ti aspetti?

"In un momento del campionato come questo le motivazioni sono fondamentali. La Juve ha sì tanto da perdere, ma anche tanto da guadagnare. Non credo che per i bianconeri sarà una partita semplice, ma partono favoriti per due motivi".

Quali?

"L'Udinese è già salva: non ha praticamente nulla in più da chiedere al campionato. In più la Juve ha grandi campioni che, da un momento all'altro, possono fare la differenza".

In passato, spesso accostato in orbita bianconera, è figurato De Paul. A tuo giudizio è già un prospetto fatto e finito per una big?

"Come rendimento e qualità De Paul è senza dubbio da big. Quando però approdi in squadra come la Juve devi fare la differenza sotto tutti i punti di vista. Per me deve crescere sotto l'aspetto dell'autostima e della personalità. Poi certo: ad oggi può stare tranquillamente in ogni big del nostro campionato".

Passando alla Juve e, nello specifico, ad un tuo ex collega di reparto; Giorgio Chiellini: ritieni che il capitano bianconero abbia ancora cartucce da sparare?

"Sì, perchè sta benissimo. Quando scende in campo è ancora tra i migliori. Certo: non può più fare 60 partite all'anno, ma le prestazioni di alto livello parlano chiaro".

Ti saresti aspettato, inizialmente, che Pirlo - da te affrontato tante volte in carriera da calciatore - avrebbe riscontrato tante difficoltà?

"No, non me lo sarei aspettato. Ero convinto che il gruppo Juve fosse talmente forte da poter continuare nella sua striscia di vittorie di scudetti consecutivi. La Juve è andata incontro a tante difficoltà. Per esempio, i bianconeri hanno comprato tanti giocatori giovani, che però non sono riusciti a valorizzare".

Credi che il futuro di Pirlo sia ancora in panchina?

"Certo, questo senza dubbio. Ma poi non tutto quello che ha fatto alla Juve è da buttare via. Credo possa fare un percorso alla Inzaghi o alla Gattuso, che - con il tempo - sono diventati due grandi allenatori".

Capitolo lotta Champions: quali sono, attualmente, le tue previsioni? Anche alla luce della tua profonda conoscenza dell'ambiente Atalanta...

"Nell'arco di tutto il campionato, quella che ha alzato di più l'asticella è stata l'Atalanta. Secondo me i bergamaschi e il Napoli, al momento, hanno maggiori chance rispetto a Milan e Juve".

Si ringrazia Thomas Manfredini per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.