ESCLUSIVA TJ - Jocelyn Blanchard: "Juve ha sempre costruito in casa i campioni, dobbiamo credere allo scudetto. Rabiot non si vende. Griezmann? Magari insieme con Dybala..."

16.03.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Jocelyn Blanchard: "Juve ha sempre costruito in casa i campioni, dobbiamo credere allo scudetto. Rabiot non si vende. Griezmann? Magari insieme con Dybala..."

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex centrocampista della Juventus nella stagione 1998/99, Jocelyn Blanchard, per parlare del periodo vissuto in casa bianconera e non solo:

C'è ancora molta delusione per l'eliminazione in Champions League. Ti aspettavi che la Juventus venisse eliminata dal Porto agli ottavi di finale per il secondo anno consecutivo?

"Nessuno si aspetta mai un'eliminazione così presto dei bianconeri, perché la squadra è costruita ogni anno per arrivare in fondo alla competizione. L'avversario non aveva la stessa qualità, ma si è dimostrato ugualmente forte. L'importante è che potrà riprovarci il prossimo anno".

E in campionato, la Juve ha uno svantaggio a cui non eravamo più abituati. Ci deve credere ancora allo scudetto?

"Certo, credere nello scudetto è un obbligo morale di questo club. Solo così può rispettare i tifosi, ma anche la sua gloriosa storia"

Il tuo ex compagno di squadra Antonio Conte non ha mai perso un campionato con un vantaggio così grande. Ma c'è sempre una prima volta, no?

"Sarà molto difficile impedire all'Inter di vincere lo scudetto, ma dobbiamo continuare a cercare di avvicinarci il più possibile. Il calcio riserva sempre molte sorprese, chissà che cosa potrà succedere".

Ronaldo ha zittito le critiche con la tripletta alla "Sardegna Arena", ma le voci riguardo un suo possibile addio non si fermano. La Juventus farebbe bene a lasciar partire il suo miglior calciatore?

"Non dobbiamo mandar via un giocatore come lui, ma forse il progetto della Juve sarà diverso in futuro. La società ha sempre costruito in casa i suoi migliori giocatori, Ronaldo è stato il primo ad esser acquistato quando era già una superstar. In questi casi c'è sempre un interesse sportivo così come quello economico, la domanda che mi faccio però è questa: tutto questo corrisponde alla filosofia del club? La Juve ha sempre puntato sul collettivo e non sull'individualità".

A proposito del suo connazionale Adrien Rabiot, stai apprezzando le sue qualità alla Juve?

"Può diventare un giocatore ancora più importante per questa squadra, le qualità di Adrien non si discutono. Ho letto di tante squadre interessate a lui, a mio parere non è ancora arrivato il momento di venderlo".

Infine una suggestione: la stampa spagnola parla di uno scambio Dybala-Griezmann. Sarebbe questa l'occasione giusta per far ritornare "Le petit Diable" al suo miglior livello? 

"Sì, la Juve può essere un club che fa al caso suo. E, perché no, ma Griezmann e Dybala potrebbero giocare anche insieme in bianconero".

Si ringrazia Jocelyn Blanchard per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.