ESCLUSIVA TJ - Dino Zoff: "Juve, no al possesso palla e sì al risultato. Szczesny e Perin danno ottime garanzie. Champions? Anche senza Rasmey si può arrivare in finale"

25.01.2019 14:14 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA TJ - Dino Zoff: "Juve, no al possesso palla e sì al risultato. Szczesny e Perin danno ottime garanzie. Champions? Anche senza Rasmey si può arrivare in finale"

La redazione di Tuttojuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, un monumento del calibro di Dino Zoff per parlare della sfida tra Lazio e Juventus e non solo:

Lazio o Juventus: a chi importa di più di questo incontro?

"E' sicuramente più importante per la Lazio, perché dopo la sconfitta di Napoli vorrà subito rialzarsi di fronte al proprio pubblico. Chiaramente i favori del pronostico sono per la Juventus, ma non sarà una sfida semplice perché i biancocelesti hanno ancora delle potenzialità inespresse. Entrambe le squadre si presenteranno al match con alcune defezioni importanti".

Quindi non dobbiamo aspettarci un match simile all'andata, in cui la Juventus disinnescò letteralmente i propri avversari.

"Non dobbiamo aspettarci quel tipo di match, la Lazio potrà creare grandi difficoltà alla Juventus che sta attraversando un momento straordinario. E' una squadra a cui non importa del possesso palla, ma il risultato le dà sempre ragione".

Ha idea di come Massimiliano Allegri preparerà questa sfida?

"Come sempre, non credo ci saranno grandi novità. E' da anni che vince, Allegri è l'unico che conosce alla perfezione i suoi uomini e metterà in campo la miglior formazione possibile. Ha sempre dimostrato di ottenere il meglio".

Nel caso in cui la Juve dovesse concludere la giornata con un vantaggio a due cifre, crede che il campionato possa definirsi già indirizzato a fine gennaio?

"Sì, nella maniera più assoluta. Dovesse accader questo, è chiaramente indirizzato a favore della Juventus perché un vantaggio di 11 o 12 punti sarebbero troppi da recuperare".

Potrebbe essere la partita di uno dei due portieri?

"In questo periodo né Strakosha né Szczesny sono impegnatissimi a parte qualche occasione, l'importante è che saranno decisivi nelle poche occasioni che avranno a disposizione".

Come lo sta vedendo il dualismo con Perin? Ci aspettavamo più presenze da parte del portiere ex Genoa.

"Nelle ultime partite, però, Perin sta trovando più il campo e c'è più alternanza con il portiere polacco Szczesny. Credo che entrambi diano delle ottime garanzie, la Juve è messa bene da questo punto di vista".

C'è un giocatore che sicuramente affronterà questo match con gli occhi della tigre dal punto di vista delle motivazioni personali. Sto parlando, ovviamente, di Cristiano Ronaldo e del rigore fallito contro il Chievo. Crede che sarà più motivato e carico in vista di questo match?

"E' sempre motivato e molto carico, può capitare anche ai migliori di sbagliare. E lo ha fatto in una partita in cui il risultato era quasi messo al sicuro. Segnare fa sempre piacere, ma non credo che condizioni più di tanto il ragazzo".

Crede che la Juve dovrebbe far di tutto per portare Ramsey a Torino in questi ultimi giorni di mercato?

"Se ha deciso di acquistare Ramsey, credo che la Juve lo voglia il più presto possibile. Non ho idea se potrà arrivare in questa finestra di mercato, ma un giocatore così serve sempre in una rosa già molto ottima. Al di là di questo calciatore, la Juve possiede già le credenziali per arrivare in finale di Coppa dei Campioni".

Si ringrazia Dino Zoff per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.