ESCLUSIVA TJ - Caturano (Cesena): "Salti di gioia nel sfidare la Juve, sogno di fare un gol. Chiellini e Dybala i due che volevo affrontare"

24.07.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Caturano (Cesena): "Salti di gioia nel sfidare la Juve, sogno di fare un gol. Chiellini e Dybala i due che volevo affrontare"
TuttoJuve.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

"Il mister è entrato nello spogliatoio e ci ha parlato di una sorpresa, quando ha accennato ad un amichevole con una squadra di A non immaginavamo proprio la Juventus. Nel momento in cui lo abbiamo saputo, tutti noi ci siamo guardati e abbiamo fatto i salti di gioia". E' raggiante Salvatore Caturano, capitano ed attaccante del Cesena, che tra qualche ora sul terreno del JTC affronterà alla Continassa la Juventus nella prima uscita stagionale dei ragazzi di Allegri. La nostra redazione lo ha contattato telefonicamente, in esclusiva, per parlare approfonditamente del match e non solo:

E poi vi ha detto qualcos'altro il mister?

"Ci ha messi in guardia sul tipo di avversario che affronteremo, la sta preparando sempre con il dovuto rispetto. Per noi sarà una nuova esperienza, al contrario del mister che ha già vissuto da calciatore questa emozione. Ci ha detto di goderci questo giorno perché è molto importante".

Quali sono le sensazioni a poche ore dalla sfida con la Juve?

"Per il Cesena sarà un grande onore, affronteremo una delle squadre più forti al mondo. Sarà una grande emozione".

Sarà ugualmente emozionante affrontare una Juve senza buona parte dei propri campioni?

"Sì, perché la Juve è sempre la Juve. Andremo alla Continassa ad affrontare ugualmente dei campioni, perché le seconde linee della Juve lo sono".

C'è uno di questi grandi campioni che vuoi incontrare a tutti i costi sul campo?

"Li voglio incontrare tutti, ma uno che desideravo maggiormente sfidare è Dybala. Quando ho letto dell'affaticamento, ci sono rimasto un po' male. Spero sarà lì con i suoi compagni. E visto che siamo in tema, purtroppo non ci sarà nemmeno Chiellini. Sarebbe stato un sogno esser marcato da lui".

Tra l'altro, allora, se vogliamo dirla tutta, Ronaldo rientrerà il 26 e quindi per poco lo mancherai.

"Non l'ho nominato perché sapevo dell'impossibilità di non vederlo in questi giorni. Sarebbe stato il massimo anche solo stringergli la mano".

Dicevi che sarà una prima volta per voi, ma lo è anche per te?

"Ero in panchina ad Empoli nel settore giovanile, ho avuto il piacere di vedere campioni come Del Piero ed Ibrahimovic dal vivo. Ma senza entrare".

Perin dovrebbe essere il titolare, ma non è detto che qualche minuto lo giocherà anche Szczesny. Quanto sarebbe emozionante fare un gol alla Juve?

"Per me sarebbe il coronamento di un sogno, a trentun'anni non ho mai smesso di sognare. Fare un gol alla Juve sarebbe una forte emozione".

Vi siete preparati in maniera particolare per questo incontro?

"Veniamo a Torino con grande rispetto, la Juve è in fase di preparazione e cercheremo di fare una partita senza farci male. Ma questo non vorrà dire essere alla loro mercé, cercheremo di giocare il meglio possibile contro questi grandi campioni".

Come vedi il campionato di Serie A? Chi lo vincerà?

"La Juve sarà ai nastri di partenza una delle favorite per ricominciare il percorso da dove lo aveva interrotto. E' un club che non si può permettere di arrivare secondo o terzo, parte sempre per vincere. Anche se la sua più grande sfida è sempre in ambito europeo, per me farà una grande stagione".

Si ringrazia Salvatore Caturano per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.