ESCLUSIVA TJ - Beniamino Vignola: "Annata disgraziata, con l'Inter nessuno scandalo. Juve sfavorita per la Champions, ma il Milan rischia di più. Pirlo? Scelte instabili, sull'allenatore..."

17.05.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Beniamino Vignola: "Annata disgraziata, con l'Inter nessuno scandalo. Juve sfavorita per la Champions, ma il Milan rischia di più. Pirlo? Scelte instabili, sull'allenatore..."
TuttoJuve.com

"Abbiamo la possibilità di indirizzare la stagione, per quanto fatto gli altri anni lo meriterebbe. Questa è stata una stagione disgraziata, sono emersi dei dubbi che non si erano mai visti. Ma la Juve ha tra le proprie mani un bel match ball". Pensieri e parole di Beniamino Vignola, storico ex calciatore bianconero, che in esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com ha analizzato la vittoria sull'Inter e non solo:

Facendo un piccolo passo indietro al derby d'Italia, quale è stato il tuo giudizio?

"E' stata una grande dimostrazione di forza e concentrazione, perché in un momento così delicato del campionato e le scoppole prese da questa squadra non era facile riprendersi contro l'Inter vista in questa stagione. I ragazzi non hanno mai mollato, ci hanno creduto fino in fondo e in questo momento si ritrovano ancora a lottare per la zona Champions. Il calcio è bello, perché in sette giorni puoi far diventare una stagione da fallimentare a positiva".

La direzione arbitrale ha scontentato tutte e due le squadre, ma l'episodio di Cuadrado dell'ultimo rigore è stato più enfatizzato rispetto al rosso ingiusto estratto per Bentancur. Quale è il tuo punto di vista?

"Juve-Inter, fin dai miei tempi, è una partita discussa prima, durante e dopo, C'è stata molta discussione sui rigori, ma non ho visto questo grosso scandalo. Sicuramente il secondo giallo a Bentancur poteva essere evitato, anche perché questo episodio è costato alla Juve un uomo in meno per buona parte della ripresa".

Pirlo ti aveva stupito inserendo Kulusevski e non Dybala dall'inizio?

"Sì, è dall'inizio del campionato che c'è una rotazione continua con i ruoli dei calciatori. Forse, però, qui potrebbe esser più comprensibile per via della finale ravvicinata di Coppa Italia con l'Atalanta. Non vorrei esser cattivo con il mister, ma c'è molta instabilità. E visto il punto della stagione in cui siamo, a mio avviso dovrebbero esserci le idee più chiare in riferimento alla posizione dei giocatori in campo".

Al di là dell'instabilità, Pirlo rimarrà anche il prossimo anno alla guida della Juve?

"Credo diventi fondamentale questo finale di campionato, perché siamo ad un punto della stagione in cui la Juve si giocherà tutto sia dal punto di vista sportivo che tecnico. Se Pirlo dovesse centrare la Champions e la vittoria in Coppa Italia, i giudizi potrebbero esser anche diversi".

Nel caso in cui Pirlo non dovesse esser confermato, ad aleggiare è l'ombra ingombrante di Zinedine Zidane.

"E' chiaro che a seguito di questo esperimento che poteva sembrare positivo, se la Juve dovesse cambiare lo farà con un nome importante. Oltre a Zidane ci sono altri nomi ingombranti, uno tra tutti quello di Allegri. Ho letto nomi di allenatori molto esperti, quest'ultima qualità è un po' mancata nella squadra di quest'anno".

La Juve è padrona del proprio destino, ma da chi ti aspetti un eventuale passo falso il prossimo turno? Il Milan gioca a Bergamo e il Napoli ospita in casa un Verona che ormai non ha più nulla da chiedere in questo campionato.

"Rischiamo di fare dei pronostici che il campo potrebbe smentire clamorosamente (sorride ndr), ma chiaramente il Milan è quella che rischia di più. L'Atalanta è già sicura della Champions, è vero, ma potrebbe avere la grande volontà di finire seconda. Siamo ancora sfavoriti, però l'ultima gara ha sempre regalato nella storia dei risultati insperati".

Atalanta che, forse, potrebbe arrivare più scarica in caso di vittoria della Coppa Italia.

"Però l'Atalanta in questa stagione non ha mai tirato indietro la gamba, questa è una squadra che a mio parere vorrebbe sia vincere la Coppa Italia che arrivare seconda. Per la Juve sarà una partita più che difficile, speriamo in bene".

Si ringrazia Beniamino Vignola per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.