Conterio: "La Juve ha deciso la strategia per il futuro.La prima firma di Giuntoli sarà l'allenatore. Soulè la chiave per Koopmeiners"

09.02.2024 17:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Conterio: "La Juve ha deciso la strategia per il futuro.La prima firma di Giuntoli sarà l'allenatore. Soulè la chiave per Koopmeiners"
TuttoJuve.com

Nel suo editoriale per Tmw, Marco Conterio, esperto di mercato, ha parlato anche delle strategie bianconere. Le sue parole: "Tornerò, poi valuteremo. Matias Soulè e la sua intervista delle scorse ore ha un mirino puntato a un futuro decisamente prossimo. Perché i mesi che ci separano dall'estate, ovvero da quando scadrà il prestito al Frosinone per tornare alla Juventus, sono sempre meno. E l'argentino che i bianconeri hanno portato a casa per centoventimila euro pare possa essere il grande (o uno dei grandi) sacrificati sull'altare di un'estate che segnerà la rotta per il futuro del progetto guidato da Cristiano Giuntoli.


Come può un direttore sportivo mettere la propria firma sul progetto e sulla direzione che prende un club? Con l'allenatore. E su queste colonne vi abbiamo anticipato già oltre un mese fa dell'obiettivo Thiago Motta del Bologna. In primis chiaramente dovrà essere eventualmente risolta la questione relativa a presente e futuro di Massimiliano Allegri che ha un altro anno di contratto e che nel caso potrebbe lasciare Torino solo in caso di buonuscita. Discorsi prematuri? Mica tanto, visto che il tempo corre e a Motta pensano in tanti, l'alternativa che ha valutato Giuntoli in queste settimane e mesi, osservato anche da vicino, come spiegato proprio da TMW già a novembre.


Soulè piace anche all'Atalanta e a Gian Piero Gasperini, quello di Teun Koopmeiners è un nome che la Juve vorrebbe prendere (a prescindere dal tecnico) per l'estate e l'argentino (come contropartita o grazie ai cash della cessione) potrebbe essere la chiave di volta per arrivarci. Anche perché nel ruolo, Giuntoli sta provando a chiudere per un giocatore pronto subito come Felipe Anderson. La trattativa è avanzata mentre dipenderà probabilmente al futuro della panchina quello di Federico Chiesa. Sensazione: se resta Allegri, lascia, altrimenti il discorso cambia. Dusan Vlahovic, invece, è un capitolo diverso: o accetta di spalmare lo stipendio, visto che dalla prossima stagione dovrebbe aumentare a 12 milioni a stagione, o finisce sul mercato. Ma questo è un discorso diverso dal progetto e dalla direzione che vuol prendere Giuntoli: il ds vorrebbe tenere il serbo (e Chiesa). Ma sono due capitoli spinosi e alla fine il rischio è un grande sacrificato ci sia. Non Kenan Yildiz, però.