Bargiggia (Sportitalia): "Possibile rinnovo a vita per CR7. Jorge Mendes e la Juve ne stanno parlando"

13.01.2021 14:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Bargiggia (Sportitalia): "Possibile rinnovo a vita per CR7. Jorge Mendes e la Juve ne stanno parlando"
TuttoJuve.com

"Le cose più difficili e impensabili si attivano quando nessuno se lo aspetta e quando la logica farebbe ipotizzare esattamente il contrario. Per questo la Juve e Cristiano Ronaldo stanno pensando al rinnovo di CR7. Un prolungamento di rapporto anche oltre la scadenza del contratto nel giugno del 2022. Uno scenario non prevedibile fino a qualche tempo fa. Anzi, il pensare comune portava addirittura molti a leggere un’ipotesi di separazione anticipata tra le parti alla fine di questa stagione. Cristiano sarebbe stato attratto dalla montagna di dollari e sponsor che gli stanno proponendo dal Qatar, sede dei prossimi Mondiali". Lo afferma Paolo Bargiggia, giornalista di Sportitalia, sul suo sito internet www.paolobargiggia.it.

"Invece nella testa del campione, nei contatti tra il suo agente Jorge Mendes e la Juventus, si è parlato di uno scenario completamente diverso: valutare insieme se ci sono le condizioni per andare avanti ancora dopo il 2022, ed eventualmente per quanto tempo - spiega l'esperto di mercato -. Perché in questo momento, CR7 non ne sta facendo una questione di soldi, ma di ambizione, di benessere psicologico e di adattamento alla realtà torinese che sta andando alla grande per lui e la sua famiglia. Cristiano si sente leader e maestro di un gruppo di ragazzini (i suoi compagni di squadra) che lo seguono come un discepolo: molti di loro avevano il suo poster in camera da bambini.

Poi c’è l’intesa che funziona a meraviglia con Pirlo e la Vecchia Guardia. Lo scorso anno, con Sarri le cose erano completamente diverse. All’epoca non ci sarebbe stato da scommettere nemmeno un euro sulla voglia di continuare in bianconero del Campione. Ma adesso Ronaldo ha trovato benessere e motivazioni. Pensa che quello della Juventus sia il progetto giusto per continuare a dare sfogo alla sua ambizione di scrivere la storia del calcio, centrando tutti i primati possibili a livello individuale.

E’ chiaro che, poi, i desideri vanno tradotti in pratica e le due parti devono ovviamente trovare  un’intesa economica per poter continuare insieme. Entrambi sanno che le cifre attuali (31 milioni di stipendio netti a stagione) andranno ritoccate verso il basso. Ma Cristiano sembra non farne una questione di soldi in questo momento. Facesse una scelta del genere non ci sarebbero dubbi: il Qatar e il mondo arabo in generale sarebbero sostanzialmente l’unico approdo possibile.

Anche perché, alla soglia dei 36 anni, tra i campionati più importanti in Europa, club che hanno l’ambizione e la possibilità di ingaggiarlo non ce ne sono. Forse ad eccezione del Paris St Germain. Forse. Non certo il Manchester City dove, da ex United, CR7 non andrebbe certo a chiudere la carriera. Quindi, ecco che l’idea di fermarsi alla Juventus “a vita” ha un senso e una logica che le parti stanno valutando. Il portoghese ha detto spesso che vorrebbe giocare fino a 40 anni; a certe condizioni, la Juventus, seppur immersa a pieno titolo in un Progetto Giovani, è pronta a fare un’eccezione. Del resto, su basi comunque differenti, lo sta facendo anche con Gigi Buffon".